Cookie Policy

Recensioni

Toni Bruna – Formigole

Fortunato Mannino

Puro, diretto, profondo! Sono questi gli aggettivi che mi sono venuti in mente ascoltando il primo e straordinario album, del triestino Toni Bruna

Puro, diretto, profondo! Sono questi gli aggettivi che mi sono venuti in mente ascoltando Formigole, primo e straordinario album, del triestino Toni Bruna.
Squarci di vita che diventano istantanee, istantanee che diventano poesia. Toni Bruna racconta la sua Trieste e lo fa percorrendo musicalmente la strada classica del folk e per il canto quella, più originale e, direi anche affascinante, del dialetto triestino.
Il risultato finale si riallaccia ai primi due aggettivi con cui ho aperto l’articolo: puro e diretto! Le sonorità prettamente acustiche restituiscono immagini vivide ed esaltano la personalità di ogni strumento. Il dialetto, come tutti i dialetti, arriva, senza giri parole, all’essenza delle cose. Ma per arrivare al cuore o all’essenza delle cose non bastano né il dialetto né il suono di uno strumento. È fondamentale possedere un’altra capacità: quella di saper scrivere. Da qui il terzo aggettivo: profondo. I testi in bilico tra sacro e profano, tra realismo e spiritualità raccontano i posti, il quotidiano e lo fanno da una prospettiva intimistica e ciò conferisce all’intero album un’aura di magia.
Il cd, che consiglio vivamente di fare vostro, è stato pubblicato per la Niegazowana Records ad aprile e si candida ad essere uno degli album più belli di questo 2013.

Fortunato Mannino

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!