Cookie Policy

Soundcheck

The Burlesque – I Was, I Am, I Will

Annalisa Nicastro

Suono definito e dalla forte impronta innovativa per la scena musicale italiana, voce chiara, ottimi giri di chitarra.

Ottimo l’esordio dei The Burlesque, che non sembrano nè così giovani, nè alle prime esperienze. Suono definito e dalla forte impronta innovativa per la scena musicale italiana, voce chiara, ottimi giri di chitarra.
Gruppo da tenere in considerazione grazie anche alle importanti collaborazioni fatte in poco tempo. Nascono nel 2009 e già hanno suonato sullo stesso palco dei Linea 77 ed hanno aperto il concerto dei 99 Posse tenutosi ad Ercolano; per non parlare della partecipazione a diversi festival nel 2011, classificandosi finalisti.
Un mix che varia da canzone a canzone e va dal dinamico al romantico, dall’ascolto dell’Ep risulta un sound talvolta anche aggressivo senza mai dare l’impressione di forzature. Ascoltandoli sembra di avere a che fare con una band anglosassone e invece no, sono dei giovani talentuosi della provincia di Napoli.
Forte, straripante la loro Human Comedy, e come in tutte le loro creature, tutto è al posto giusto.
Allegri, divertenti, ma anche molto tecnici, una tecnicità che però non annoia!
Prima volta, la loro, di quelle che non si dimenticano, che lasciano il segno in chi li ascolta. Una band pronta per il grande salto, i The Burlesque sono un progetto a cui vanno date delle chance poichè hanno davvero qualcosa da offrire alla musica italiana!

Artista: The Burlesque
Titolo Album: “I was, I am, I will”
Genere: Brit/IndieRock
Label: Autoprodotto 2011
Sito: www.myspace.com/theburlesqueband
Freedownload Singolo “Clowns”: http://www.bulbartworks.com/the-burlesque_free-dowload/

Tracklist:

1 – Easy Coffee
2 – First of April
3 – The Garden
4 – Human Comedy
4 – Swing torture
5 – Clowns

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!