Cookie Policy

SOund36

SOund36 Anno 3 N33

Sono passati tre anni esatti da quando abbiamo dato il via al nostro progetto. In questi anni siamo cresciuti insieme ai nostri lettori a cui abbiamo raccontato sempre la musica più bella. Continuiamo a farlo anche ora con lo stesso spirito, mosso sempre dalla passione e dalla curiosità. Oggi SOund36 è tutto nuovo nella grafica e nella funzionalità: più chiaro, più dinamico, più colorato…

Sono passati tre anni esatti da quando abbiamo dato il via al nostro progetto. In questi anni siamo cresciuti insieme ai nostri lettori a cui abbiamo raccontato sempre la musica più bella. Continuiamo a farlo anche ora con lo stesso spirito, mosso sempre dalla passione e dalla curiosità. Oggi SOund36 è tutto nuovo nella grafica e nella funzionalità: più chiaro, più dinamico, più colorato.
Ringrazio tutti quelli che fanno parte della nostra redazione, in particolar modo Barbara Parolini, autrice del Restyling. Barbara, insieme al prezioso aiuto di Claudio Lodi, è riuscita ad attualizzare SOund36, interpretando con professionalità i nostri gusti e le nostre esigenze, valorizzando al massimo i contenuti.
Ci proponiamo di poter essere una finestra proiettata verso il futuro della cultura musicale di qualità. Ci siamo e ce la metteremo tutta.
Annalisa Nicastro, eine Berlinerin

e ora scoprite il nuovo SOund36 e il nuovo numero:

– Intervista a Dustin O’Halloran, un poeta nella musica contemporanea
– Steven Wilson e Aviv Geffen di nuovo insieme, bentrovati ai Blackfield con Welcome To My DNA
–  Fotogallery per 2 artisti d’eccezione: Carlo-ta al The Place e Calibro 35 al Circolo degli Artisti
Simone Agostini e il suo Green, uno tra i chitarristi più bravi in circolazione
– Continua il viaggio nella Colonna Sonora del Mulino del Po
– In streaming la doppia compilation degli artisti di A Buzz Supreme
– SOund36 vi consiglia il Record Store Day, il 16 aprile si festeggia in tutto il mondo

 

 

 

 

 

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!