Sound&Vision

Serena Brancale & Walter Ricci in “Live in New York”

Un viaggio nella musica con Serena Brancale e Walter Ricci

Sabato 28 ottobre grandissimo successo per la seconda serata della Rassegna dedicata al mondo femminile nella musica dell’Associazione ISenzaTempo di Avellino con il concerto di Serena Brancale & Walter Ricci in “Live in New York”, accompagnati alle tastiere da un bravissimo Domenico Sanna.
Serena Brancale, una straordinaria Artista con una voce e una personalità davvero particolare, seppur giovanissima ha un curriculum di tutto rispetto sia nel mondo musicale (bravissima interprete sia del mondo jazz che quello soul, r&b, funky e pop ma anche autrice di canzoni molto particolari) che nel cinema d’autore o della Radio.  Considerata da sempre un’ambasciatrice della cultura Pugliese nel mondo, nel 2015 partecipa al Festival di Sanremo con un suo brano “Galleggiare” riscuotendo un grandissimo successo di pubblico e di critica giornalistica. Da allora un successo sempre in crescendo, con la partecipazione alla tournée dei I Volo come voce femminile assolutamente protagonista del palco, ma anche la presenza ai maggiori festivals, rassegne e serate musicali in tutta Italia con diversi progetti, alcuni da lei stessa ideati con l’inserimento di elementi di musica elettronica, altro suo grande amore come in questo caso del “Live in New York ” presentato ad Avellino.
Ad accompagnarla in questo progetto, oltre al pianista Domenico Sanna, la voce e il piano di Walter Ricci, definito dalla critica “il più talentuoso cantante del jazz italiano”, vincitore di diversi premi come, a soli 17 anni, il Premio Massimo Urbani nel 2006, o il Premio “New Wave 2016” il “Sanremo Russo” come viene definito dalla stampa specializzata nello scorso settembre,  alla partecipazione come finalista al Montreux Jazz Competition e al Thelonious Monk International Competition di Los Angeles nella categoria “Voce”. Senza dubbio un grandissimo talento musicale, una vera rivelazione europea nel mondo dei crooner anche internazionali, un protagonista assoluto della musica non solo jazz grazie a numerose e validissime collaborazioni che ha avuto in questi anni con i maggiori musicisti del mondo musicale italiano e internazionale.
Il progetto presentato ad Avellino è stato un vero e proprio viaggio musicale in più “territori”, dal jazz al soul, dal funk al rhythm’ & blues, senza disdegnare le sonorità particolari prodotte dall’utilizzo dell’elettronica.
Infatti sul palco Serena si è esibita suonando una piccola tastiera elettronica e una batteria elettronica con l’ausilio di un loop, testimoniando così la grande curiosità artistica e la voglia di sperimentare nuove sonorità e nuove produzioni musicali sia di Serena che di Walter.
Ne è derivato un concerto unico nel suo genere, con l’interpretazione di “La Notte” e “Per sempre” due brani scritti dalla stessa Serena Brancale, seguiti da una bellissima versione di uno dei brani standard jazz più coinvolgenti come “You got to my head” della mitica Billie Holiday,  e di  “I want you by my side”  , e da brani che Walter ha eseguito da solo al pianoforte come “Nessuno al mondo” riarrangiata con ritmi jazz di vera atmosfera, o “Young at heart ” del bravissimo Frank Sinatra nella quale Walter ha dato  testimonianza del suo straordinario talento e della sua bellissima voce.
Insieme poi sono stati bravissimi in una straordinaria versione di “Soula” altro brano scritto sempre da Serena Brancale, e raccolto nel suo Album “Galleggiare”.
Il concerto si è concluso con un richiestissimo bis di “Parlami d’amore Mariu’ ” applauditissimo dal pubblico presente e con i 3 desideri, come già rivolto al gruppo del concerto precedente “I Baraonna”, espressi da Serena Brancale per sé stessa, per la sua carriera e per il mondo in generale, nei quali l’Artista ha espresso la sua concezione di vita affrontata sempre con il sorriso, l’ironia, la grinta e la determinazione.

Foto di Mario Catuogno Spectra Foto
Articolo a firma Annamaria De Crescenzo

Prossimo appuntamento, sempre all’Hotel de La Ville di Avellino, il 12 novembre con Sarah Jane Morris & Antonio Forcione in “Compared to what”.

 

About the author

Annamaria De Crescenzo

Annamaria De Crescenzo

Amante del ballo praticamente da sempre, la sua vita ludica è cambiata con l'incontro fortuito con una Nikon, ora riempie i vuoti lasciati dal ballo facendo foto e scrivendo recensioni sugli eventi musicali.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi