Cookie Policy

Sound&Vision

Phill Reynolds @ Scighera

dissolvenzelab
Scritto da dissolvenzelab

La sua lirica è composta da disperazione, gridi di libertà, amore

A Fargo è arrivato Phill Reynolds, portandosi dietro quegli scenari che escono in modo così potente dalle sue chitarre. Quattro ne aveva intorno a sé, posate per terra a formare una specie di stella.
Una voce ed una tecnica che riescono a rimanere perfettamente al servizio della sua lirica composta da disperazione, gridi di libertà, amore, affetto come nel pezzo dedicato alla sua sorellina Anita o più rabbiosi come la storia dal carcere di The River and the Bridge.
Di quest’ultima traccia è uscito un bel video girato in una live session poco prima del concerto sotto i gasometri della Bovisa dai ragazzi de La Blues che stanno collaborando con Fargo per girare un videoclip per ogni episodio del minifestival della Scighera.
La location con la pioggia che batteva, insieme all’interpretazione di Phill Reynolds è da vedere. Cercatelo sulla pagina che racconta il minifestival (
www.facebook.com/fargolaschigherami).
Dopo il concerto numeroso il pubblico che si è accaparrato gli originali manufatti di Silva Calente in arte Phill Reynolds che a mano disegna e progetta le copertine dei suoi album.

 Venerdì 9 ci saranno i Comaneci a volteggiare per la Scighera. Il duo di Ravenna composto da Francesca Amati e Glauco Salvo porteranno intime atmosfere folk e blues attraversate da suoni elettronici e da una magnifica voce e interpretazione di Francesca.

Foto di Helga Bernardini (DissolvenzeLab)
Testo di Francesco Cusanno

 

About the author

dissolvenzelab

dissolvenzelab

dissolvenzelab nasce dal desiderio di un gruppo di fotografi di allontanarsi dalla dimensione individuale tipica di chi pratica la fotografia per farne invece un progetto collettivo. Attraverso la relazione e lo scambio, siamo un laboratorio di formazione permanente, e nella ricerca di progetti fotografici condivisi concretizziamo il dissolversi di ogni blocco che mina la creatività e fossilizza il nostro punto di vista .Ogni scatto selezionato e' il frutto di una sintesi collettiva. Il metodo partecipativo che accomuna Dissolvenze Lab a SOund36 ha generato la scintilla da cui nasce questa preziosa collaborazione

error: Sorry!! This Content is Protected !!