Cookie Policy

News

Pellicans, è uscito Dancing Boy!

Annalisa Nicastro

DANCING BOY (Lady Lovely/Audioglobe)

Il secondo album dei Pellicans
è nei negozi di dischi dal 25 marzo 2013

E’ uscito il 25 marzo 2013, in tutti i negozi di dischi, Dancing Boy (Lady Lovely/Audioglobe), il secondo lavoro dei Pellicans, per l’etichetta indipendente italiana “Lady Lovely”.

Lontani dal reggae jamaicano contemporaneo, dai riddim, dal cantato griot, i Pellicans si ispirano al reggae Uk dei ’70 e ’80 e lo contaminano con sonorità soul, dance, dub, r’b, indie e melodie di derivazione pop.

Undici tracce inedite dalle quali traspare l’attitudine onnivora, sperimentale e dichiaratamente gay/bisex dei Pellicans.

Suonano “Queer reggae” e fin dagli esordi li contraddistingue “la libertà” con cui interpretano il genere. Gioco neanche troppo celato di una band a cui piace puntare sulle complessità, in antitesi all’omofobia e al machismo di cui si nutre l’immaginario reggae e non solo.

I testi raccontano di irrequietezze, di ricerca del senso attraverso incontri e relazioni, di soggettività non appagate ma costantemente affascinate dai cambiamenti e dalle anomalie.

Nel 2011 iniziano a collaborare con il produttore Ru Catania (Africa Unite, WAH Companion, Lady Lovely Label) ed esce Lunapark Underground. Nell’aprile 2012, in una fiammata registrano il secondo album, Dancing Boy, che conferma la proficua collaborazione con l’etichetta indipendente Lady Lovely.

http://dancingboy.pellicans.com/
http://pellicans.com
http://ladylovely.it/artisti/pellicans/

Dancing Boy Tracklist:
1. Dancing Boy
2. Vampire
3. He Cannot Handle It
4. But He Can Dub It
5. A Last Gaze Of My Dad
6. A Word Up There
7. Short Circuit
8. Short Dub
9. Turmoil
10. It’s Raining
11. Move On

CREDITI
Album Dancing Boy (marzo 2013 – Lady Lovely Label)
Testi: Luciano Kovacs
Musiche: Roberto Pretto
Prodotto da: Ru Catania
Registrato e mixato presso il Lady Lovely Studio (Pomaretto, TO, Italy) da: Ru Catania
Masterizzato al “das Ende der Dinge”studio da: Mauro Andreolli
Artwork: Carol Romano

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!