Recensioni

Paolo Tocco – Il Mio Modo Di Ballare

Claudio Donatelli

Tanta poesia tra le righe, tanta dolcezza e attenzione per raccontare pensieri e sentimenti dietro storie semplici di uomini e donne semplici

Uno dei tanti artisti che il buon vecchio pulmino di SOund36 ci ha fatto incontrare, in questi già 7 anni di scorribande, è Paolo Tocco, ingegnere elettronico, studioso di Cartomagia e Prestigiazione, produttore discografico e cosa al momento più importante, cantautore.
Nel 2008 pubblica il suo primo disco dal titolo Anime Sotto Il Cappello che con il suo singolo Lo Sposo E La Sua Spiga Di Grano, esplicitamente dedicato al menestrello italiano F. De Gregori, arriverà a colpire orecchie e cuori di molti ascoltatori. Negli anni che seguono Paolo si dedica alla Protosound Polyproject fondata insieme a Giulio Berghella, ideata per produrre e promuovere musica originale e che accompagnerà ZIBBA lungo il percorso che lo porterà a vincere il Premio Tenco 2012 e il Premio della Critica Al Festival di Sanremo 2014.

Tra le montagne e i paesaggi abruzzesi, tra le tante difficoltà che questi tempi si portano dietro, tra la quantità enorme di musica alla quale si ha accesso con la rete e le nuove app, Paolo Tocco ha trovato anche questa volta il modo per distinguersi e arrivare a colpire nel segno. Il nuovo lavoro Il Mio Modo Di Ballare è già disponibile in tutti gli Store, pubblicato appunto dalla Protosound sotto la direzione artistica di Domenico Pulsinelli, racchiude 11 tracce che approfondiscono il tema dell’ipocrisia con tutte le sue sfaccettature. Un lavoro anche questo come il precedente che necessita di un ascolto attento per poter godere delle tante bellezze che contiene, come gli arrangiamenti energici di chitarre delle ballate rock e corali di piano e tastiere nei pezzi più riflessivi.
Tanta poesia tra le righe, tanta dolcezza e attenzione per raccontare pensieri e sentimenti dietro storie semplici di uomini e donne semplici. Lontani dal caos delle metropoli si riesce a fare un rock vero che strizza l’occhio a Jackson Browne, si riesce a giocare con il jazz o il cantautorato mediterraneo. Un disco questo di ottima fattura, scritto da un abile artigiano come Paolo Tocco e suonato da tanti e bravi musicisti.

About the author

Claudio Donatelli

Claudio Donatelli

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi