Cookie Policy

Recensioni

Pandora – Ten Years Like In A Magic Dream

Fortunato Mannino

Un’ora e venti di grande Musica che si snoda attraverso nove brani e tre momenti chiave

Se dal vaso scoperchiato da Pandora sono fuoriuscite ogni genere di disgrazie per il genere umano, altrettanto non si può dire dalla verve creativa dei Pandora. I loro album hanno trovato consensi in tutto il mondo e hanno rilanciato / evoluto quello che viene definito generalmente neo prog. Un prog sinfonico che non si chiude nella mera celebrazione dei miti dei ’70, ma che sa aprirsi a nuove sonorità e sperimentazioni. Nell’ambito della tradizione rimangono le splendide, quanto elaborate, copertine e i testi che hanno la consistenza del sogno. Un’avventura, quella dei Pandora, iniziata dieci anni fa e che oggi il gruppo decide di festeggiare con Ten Years Like In A Magic Dream. Un album immaginato inizialmente come EP e che si è trasformato, pian piano, in album vero e proprio; a testimonianza del fatto che la band è all’apice della sua creatività. Un’ora e venti di grande Musica che si snoda attraverso nove brani e tre momenti chiave. Fragments Of The Present è una rilettura, alla luce dei loro dieci anni di storia, di quattro loro pezzi fondamentali che, per l’occasione, vengono cantati in lingua inglese. Tra le novità l’introduzione del violino acustico e la presenza, come ospite in Drunken Poets Drama, del violinista Andrea Bertino (Rondò Veneziano – Archimedi – Castello di Atlante).
Temporal Transition è il tributo al Banco Del Mutuo Soccorso, band simbolo del prog-rock italiano. Passaggio Di Stagioni – Lamenti D’Inverno – Canto Di Primavera è una mini-suite nata per rivivere non solo uno dei pezzi più belli del Banco, ma anche per condividere uno dei momenti più belli ed esaltanti per quelli che sarebbero diventati i Pandora. Ricorda, infatti, il giorno, siamo nel 1999, in cui Francesco Di Giacomo, poco prima di cantare Canto di Primavera, pubblicizzava il primo concerto di Beppe e Claudio Colombo. Raccontarvi la Musica è impossibile, però voglio dare un’idea della sua elegante bellezza citando gli ospiti: David Jackson (Van Der Graaf Generator), Vittorio Nocenzi (Banco del Mutuo Soccorso), Dino Fiore (Castello di Atlante) e… la voce indimenticabile di Francesco Di Giacomo che ricorda quel momento.
Fragments Of The Past è il tributo alle band e agli artisti che hanno fatto grande questo genere: Genesis, Yes, Marillion e il mitico trio Emerson, Lake & Palmer. Quattro brani in tutto, ma nelle sonorità che i Pandora contaminano ed evolvono c’è tutto il grande prog degli anni d’oro. Lucky Man, al momento unico singolo della band, è tratto da questa sezione e, inevitabilmente, si è trasformato in un tributo alla memoria di Keith Emerson e Greg Lake, due miti che un nefasto 2016 si è portato via.
Chiudo tornando per un attimo al mito. Tutti ricordano i mali che Pandora, suo malgrado, fece uscire dal vaso e che ancora oggi affliggono l’umanità, ma pochi ricordano che dentro quel vaso era rimasta la Speranza. Ed è proprio per regalare uno strumento della speranza che i Pandora hanno deciso di pubblicare Sprouts Of Life: Pandora’s music for the research on cancer. Un benefit-EP di quasi 40 minuti, dodici dei quali assolutamente inediti, con cinque brani tra cui il singolo Lucky Man. Il prezzo è simbolico e il ricavato sarà devoluto alla LILT sezione di Alba. Una buona azione a cui non ci si può sottrarre.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!