Cookie Policy

Recensioni Soundcheck

Nuclearte – Endo

Fortunato Mannino

Scienza e fantascienza, astronomia ed esoterismo per fondersi e confondersi in una musica fatta di riverberi e rimandi cosmici.

Una figura enigmatica che ricorda un chierico, che da una rupe osserva le increspature del mare e il suo confondersi col cielo. L’atteggiamento di chi cerca risposte o corrispondenze col mondo naturale. Il solo guardare la copertina di questo CD trasmette una indefinita sensazione di sospensione, come se la foto stessa rappresentasse l’attimo prima. Sul retro i titoli delle dieci canzoni hanno un qualcosa di familiare, ricordano ciò che esiste nella memoria ma che, allo stesso tempo, sfugge alla stessa. Parole che esistono ma che risultano quasi tutte incomprensibili. Electra mi riporta alla mitologia e alla psicoanalisi ma, alla fine e per quanto mi riguarda, le assonanze si fermano qui. Il perché è anche semplice da spiegare: la lingua non esiste o meglio ha dinamiche comunicative diverse da quelle che solitamente conosciamo. A questo punto non posso non svelarvi il nome della band che è Nuclearte e il titolo dell’album che è Endo.
Endo, prefisso che significa interno / dentro, è il primo album di una trilogia molto interessante nella quale confluiscono scienza e fantascienza, astronomia ed esoterismo per fondersi e confondersi in una musica fatta di riverberi e rimandi cosmici. Una musica che mira a far riemergere quella memoria collettiva e universale di cui anche la fisica quantistica sta ipotizzando l’esistenza. Una memoria e un’energia che Ramya, la cantante del gruppo, materializza in liriche che non utilizzano un linguaggio convenzionale, ma quello cosmico derivante dall’esperienza akashica. Concetti complessi che ci porterebbero al di là dello spazio tempo e che, teoricamente, rivoluzionerebbero il concetto stesso di realtà. L’ascolto di Endo è veramente un’esperienza affascinante e aspetto con curiosità il secondo episodio.
Avrei dovuto scrivere anche che il gruppo è siciliano e che ha alle spalle una carriera ventennale ma… alla fine il racconto ha avuto la meglio sulla cronaca.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!