Cookie Policy

News

Nasce TRAFFIC PROM

Annalisa Nicastro

Il Traffic Live diventa Agenzia di Promozione Musicale

Dopo sette anni di attività nel campo della musica dal vivo, il Traffic Live di Roma annuncia finalmente la
nascita di una nuova realtà nel campo della promozione di gruppi musicali: la Traffic Prom Agency.
L’agenzia nasce con lo scopo di promuovere band provenienti da ogni ambito dell’underground mai riuscite
a “salire in superficie” per carenza di canali promozionali adeguati.

L’esperienza di uno dei locali più affermati sulla scena romana e italiana ci ha portato a considerare il
mondo della musica indipendente in maniera globale. Noi crediamo che la diffusione di questo sottosuolo
musicale non possa più limitarsi all’ambito dell’esibizione live, ma necessiti di una diffusione del proprio
materiale in modo capillare e continuativo sia su carta stampata che su internet. L’agenzia vuole occuparsi
di tutti gli aspetti che le band non riescono a curare autonomamente in maniera ottimale, fondamentali per
la loro uscita allo scoperto: promozione, management, produzione e booking.

Traffic Prom vuole mettere a disposizione la sua esperienza, i contatti mediatici e relativi canali per dare lo
slancio definitivo a tutte quelle band che dopo anni passati a consumare sudore facendo divertire e ballare
la gente sotto il palco, o grazie ad oggettive potenzialità, hanno il diritto di essere ascoltati da un pubblico
più vasto e meno circoscritto alle realtà prettamente DoItYourself.
Il Traffic è una realtà viva e non vuole esaurirsi nelle sue quattro mura

WE LOVE DRUMS
Progetto assolutamente originale e non convenzionale, We Love Drums nasce alla fine del 2011 dalle idee comuni e dalla passione di tre batteristi romani: Jacopo Volpe, Gianluca Neroni e Roberto Veloccia. Dopo aver calcato numerosi palchi e “contaminato” ampiamente la scena locale e nazionale con i relativi progetti ancora attivi (Vanilla Sky, Your Hero, The Gaia Corporation) l’amicizia e l’amore per la batteria li ha spinti a unirsi per dar vita a un esperimento che non ha precedenti. We Love Drums è una scommessa a più facce: non solo una band di soli batteristi, ma anche un manifesto e un nuovo trend. Si susseguono, infatti, eventi e iniziative che fanno capo ad un blog seguitissimo, un vero e proprio punto di riferimento per tutti coloro che hanno sviluppato una dipendenza da bacchette e batterie. We Love Drums punta a unire, a creare una rete di persone “drum friendly”, attraverso la quale poter condividersi, incontrarsi, confrontarsi. Un progetto che sprigiona tutto il suo fascino nella rappresentazione live.

facebook.com/pages/We-Love-Drums/228736440530016
youtube.com/watch?v=PVzVGOAAdKA
twitter.com/welovedrums

ELECTRIC SARAJEVO
In bilico fra elettronica e post rock, gli Electric Sarajevo danno vita al progetto nell’estate 2009 e il suono della band cresce alimentato con dedizione e devozione dalle suggestioni romantico/nichiliste di quattro musicisti già impegnati in altre formazioni attive nella capitale (Muven, Barnum Freak Show, Kardia). Durante i due anni appena trascorsi, gli
Electric Sarajevo lavorano a testa bassa e senza proclami alla scrittura dei nove brani che costituiranno la colonna vertebrale del loro debut album “Madrigals”.
Il disco, inciso, missato e masterizzato tra la fine di agosto e l’inizio di settembre 2011 da V Fisik presso
l’Hombrelobo di Roma, sarà presto disponibile e potrà fregiarsi delle partecipazioni dei fratelli Soellner
[Klimt1918] e dello stesso V Fisik [Inferno].
Il gruppo ha scelto il nome Electric Sarajevo per tracciare un sentiero che conduca l’ascoltatore alle canzoni
attraverso le strade di una città simbolo violentata dalla tragedia insensata della guerra. Sarajevo, che non è soltanto una città ma è l’allegoria delle nostre vite. Vite in cui la guerra e la morte si respirano in forme insospettabili e inaspettate. Vite in cui l’elmetto è la solidarietà e il rifugio antibomba è l’amore.
www.electricsarajevo.com
facebook.com/electricsarajevo
soundcloud.com/electricsarajevo
myspace.com/electricsarajevo

MADREPERLA
I Madreperla sono attivi sulla scena indipendente romana dal 2006 con diverse formazioni, dal power trio degli esordi con
influenze punk e wave, fino all’odierno “duro e puro” quartetto rock. Si distinguono come portatori di una proposta musicale
diretta ed essenziale, con testi in italiano, riff efficaci, suoni crudi e live sferzanti ed energici. Hanno diviso il palco con Afterhours, Le Vibrazioni, Deasonika, Giorgio Canali, Le luci della centrale elettrica, Umberto Palazzo, A Toys Orchestra. Il 2011 vede la pubblicazione del loro primo album dal titolo “La noia è una vostra invenzione”, 11 tracce registrate in presa diretta e mixate da Francesco Leporatti, che si avvalgono della collaborazione di Pino Marino alla produzione artistica, Roberto Angelini ospite in un brano e del lavoro di professionisti del suono del calibro di Ray Staff (Air Mastering).
Mentre il tour promozionale dell’album si affaccia su vetrine importanti come Arezzo Wave, Festa Europea della Musica (Losanna – Svizzera), MEI, studi RAI per “Via Asiago Live”, Rock City (RM), e opening degli Afterhours a Frammenti Festival 2011, viene pubblicato il primo videoclip tratto dall’omonimo brano “La noia è una vostra invenzione”, realizzato dai due giovani youtuber Matteo Bruno “Canesecco” e Claudio Di Biagio, già autori della web series rivelazione italiana “Freaks!”.
Il videoclip viene scelto da ROCKTV come video della settimana e trasmesso in rotazione giornaliera su “Italians do it better”. Nel 2012 si esibiscono sullo Psycho Stage di’Arezzo Wave come vincitori di Italia Wave Band Lazio, portando a casa il primo premio di VeganWave.

madreperlaband.it
facebook.com/pages/madreperla/30200843268
youtube.com/madreperlaofficial
soundcloud.com/madreperla/sets/madreperla-full-album-320-kbps
www.flickr.com/photos/madreperla_official/

TOMYDEEPESTEGO
Formazione post-hardcore strumentale dalle influenze metal e psichedeliche, i Tomydeepestego si formano a Roma nel 2006, e
vantando al suo interno membri di band come Inferno Sci-fi Grind’n’Roll e The Phoenix, la band attira subito l’attenzione
dell’etichetta italiana Subsound Records che decide di pubblicare nell’ottobre del 2007 il suo primo album Odyssea,
successivamente stampato anche in doppio vinile dall’etichetta americana KNVBI Records. Seguono una serie di concerti lungo la penisola, dove i TMDE vengono scelti per aprire i concerti di band internazionali come Red Sparowes, Cult of Luna e Fu Manchu, e un tour europeo che porta il gruppo a suonare in nazioni come Germania, Francia e Austria, ricevendo
ottimi feedback da riviste e webzines di settore in tutto il mondo.
Nel novembre del 2009, sempre sotto Subsound Records, viene rilasciato e distribuito in Europa, Stati Uniti e Giappone, il secondo album Chronophage, un disco più maturo e personale, che li porta verso un nuovo livello di scrittura ed interpretazione musicale. Il secondo disco è nuovamente supportato da esibizioni live dal respiro sempre più internazionale, suonando a fianco di band come God Is An Astronaut, 65daysofstatic, Mono, Russian Circles, Boris e Scott Kelly dei Neurosis. Per promuovere Chronophage oltre i confini italici, i TMDE partono nuovamente per un secondo tour europeo, raccogliendo ottime recensioni e responsi entusiastici dal parte del pubblico presente ai concerti.
Dopo tre anni dall’ultima uscita discografica, la band sente il bisogno di rinnovare ed arricchire la propria musica, per tanto si unisce alla band un quinto elemento durante la registrazione del nuovo album Nero, che vedrà la luce nell’autunno del 2012.

tomydeepestego.com/
facebook.com/tomydeepestego
youtube.com/user/tomydeepestego
twitter.com/tomydeepestego

Andrea Di Fabio
Ufficio Stampa e Comunicazione
andrea.trafficprom@gmail.com

Davide Iacoangeli
Direttore Responsabile
davide.trafficprom@gmail.com

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!