Cookie Policy

La soffitta Recensioni

Max Fuschetto – Popular Games

Fortunato Mannino

Fuschetto ci propone una Musica colta e innovativa

La mia, non lunga e spesso relativa, esperienza sui social, devo dire che, alla fine, si sta dimostrando positiva. Non avendo secondi fini e primi piatti da proporre, mi ha consentito di entrare in contatto con persone veramente speciali. Artisti, musicisti e persone non-comuni che, in alcuni casi spontaneamente e inaspettatamente, mi hanno fatto dono delle proprie opinioni o mi hanno proposto la recensione di una loro opera. Uno di questi è Max Fuschetto, oboista campano che ho conosciuto e proposto in occasione dell’uscita di Sùn Ná, che qualche settimana fa mi ha omaggiato di Popular Games. Regalo prezioso e gradito che mi conferma quella dimensione onirica che avevo solo intuito in Sùn Ná. Sulla copertina dominano il colore verde e figure stilizzate che, inevitabilmente, riportano ad un tempo andato. Il tempo della spensieratezza che riaffiora sfocato nel ricordo. E quell’attimo, nella sua evanescente complessità d’immagine o sensazione, si trasforma in Musica. Per raccontare quell’attimo con i suoi chiaroscuri, Max Fuschetto elabora un linguaggio musicale e compositivo nel quale confluiscono, in modo armonioso, suggestioni musicali di ogni genere, che spaziano dal jazz alla musica popolare che trova il suo naturale culmine nella riproposizione di un traditional in lingua arbëreshe.
Una Musica colta e innovativa che dimostra l’abilità e la sensibilità con cui Max Fuschetto plasma e rigenera la materia sonora attorno all’emozione. Popular Games è uscito qualche anno fa, ma è uno di quegli album che non ha né avrà data di scadenza.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!