Cookie Policy

Sound&Vision

Maria Antonietta @ Monk

Bruno Pecchioli
Scritto da Bruno Pecchioli

La passione che suscita Maria Antonietta nei fan è pazzesca

“Deluderti” è il terzo lavoro della cantautrice Maria Antonietta. Un album, che arriva a 4 anni di distanza da “Pesci” e che vanta importanti collaborazioni in termini di produzione, poichè supervisionato da quel Giovanni Imparato che, musicalmente parlando, risponde allo pseudonimo di Colombre.
Al contrario del suo nome, “Deluderti” è certamente un lavoro “maturo” che tutto fa, tranne che deludere le aspettative di chi lo ascolta. A non essere deluso, è stato proprio il pubblico del Monk che ha, progressivamente, riempito la sala concerti per ascoltare dal vivo la performance live dell’artista marchigiana.
E poi c’è il palco. Si, quel palco che, come da prassi, è tutto un tripudio di fiori e colori, magari anche un po’ kitsch, ma decisamente di forte impatto visivo.
Così come lo sono i giochi di luce proposti per l’occasione dai tecnici del Monk che, di fatto, infiammano ancor di più una platea già di per se’ sognante.
E intanto, pezzo dopo pezzo, aumenta la sicurezza sul palco di Letizia che, con la sua tipica decadente passionalità unita a gesti e proclami di grande potenza espressiva, si conferma ormai artista a tutto tondo.
Di Maria Antonietta amiamo e abbiamo sempre amato la sua innata poliedricità.
e quel suo essere così eclettica e cangiante in ogni sfumatura. La sua sicurezza sembra difatti vacillare quando si rivolge, ad esempio, alla gente del Monk per interagire e dialogare col suo pubblico. In questo caso, Letizia pare assumere un’aria più umile ed a tratti spaurita tanto che, la sua voce, ci arriva flebile, sussurrata, persino. Insomma, artificiosa o meno, l’unico vero dato inconfutabile è la passione che suscita nei fan che cantano a squarciagola ogni singolo pezzo proposto, ondeggiando ritmicamente a tempo di musica.

Articolo e Foto di Bruno Pecchioli

About the author

Bruno Pecchioli

Bruno Pecchioli

Bruno "Pek" Pecchioli. Romano per nascita e tradizione.
Fotografo per consapevolezza e necessità.
Viaggiatore periodico.
Ferocemente dipendente da ciò che meraviglia.
E la musica è meraviglia. Sempre. Until the end.

error: Sorry!! This Content is Protected !!