Sound&Vision

M˚Piero Ricci @ Sorrento Jazz Festival

Nessuno come Lui “avvicina” il Pubblico alla Musica. Ogni concerto è una vera e propria “Lectio Magistralis”

Nell’ambito del programma M’ILLUMINO D’INVERNO presentato da PENISOLA SORRENTINA FESTIVAL, nella bellissima atmosfera  della Chiesa di SS. Annunziata di Sorrento per la XVI Edizione del SORRENTO JAZZ Festival  (Direzione Artistica di Tullio De Piscopo e  Direzione Organizzativa di Antonino Esposito) è stato presentato venerdì 18 dicembre ore 21 il concerto del M˚Piero Ricci e dei Nova Musa (nome ispirato sia alle divinità greche che rappresentavano l’ideale supremo dell’arte e sia  al nome di alcune cornamuse) i quali rappresentano l’arte nella musica espressa con la “nuova “ zampogna.
Il Maestro Piero Ricci, con uno strumento modificato (due canne anziché una e con tasti neri e bianchi come il pianoforte per poter divenire un vero e proprio strumenti pari a quelli propriamente classici) e accompagnato da 5 musicisti straordinari (Luigi Vitullo al pianoforte, Morris Capone al contrabbasso, Ernest Carracillo all’organetto, Paolo Zampogna al fagotto e Antonello Iannotta alle percussioni,  ha come missione quella di far conoscere la storia e le tradizioni della propria  terra (il Molise)  e lo strumento della zampogna.
Missione pienamente raggiunta in quanto il pubblico, numerosissimo, è stato conquistato non solo dalla musica ma anche dalle parole del M. Ricci il quale, tra un brano e l’altro,  con  una verve e una simpatia unica, ha presentato  non solo tradizioni, storie e persone della sua terra ma anche la storia di ogni brano eseguito come “Mainarde” e “Matese” dedicati alle Montagne del Molise, “Natale Internazionale” che loro eseguono spesso nei concerti all’estero, “Danza di Mastro Gerardo” maestro indiscusso della fabbricazione delle zampogne oggi purtroppo scomparso, o “Tratturo “ che parla del fenomeno della “transumanza” e di quello che ancora oggi  rappresenta per i molisani. Il concerto si è chiuso con una bellissima “Tintilia” con il pieno coinvolgimento del pubblico presente.
A fine concerto il Direttore Organizzativo, accompagnato da Elisabetta Ricca, Presidente dell’Associazione A.T.S., ha consegnato al M˚Piero Ricci il Premio “SURRENTUM EVENTI” proprio per le sue qualità di Musicista e di studioso geniale, versatile e rigoroso.
Citando le parole del Direttore Organizzativo Antonino Esposito: “Nessuno come Lui “avvicina” il Pubblico alla Musica. Ogni concerto è una vera e propria “Lectio Magistralis”. Un modo semplice per dire grazie ad un grande Artista che ha caratterizzato con il Suo stile signorile tutti i passaggi nella nostra Città integrandosi perfettamente con il Suo pubblico affezionato, con Sorrento e con i suoi Visitatori.

Testo e foto a cura di Annamaria De Crescenzo – Spectra Foto


About the author

Annamaria De Crescenzo

Annamaria De Crescenzo

Amante del ballo praticamente da sempre, la sua vita ludica è cambiata con l'incontro fortuito con una Nikon, ora riempie i vuoti lasciati dal ballo facendo foto e scrivendo recensioni sugli eventi musicali.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi