Cookie Policy

News Recensioni

LUCA MANCINO: quando un disco suona a regola d’arte

Annalisa Nicastro

Energia, riflessione, grinta e personalità
Un esordio in pieno stile Pop-Rock di scuola italiana

Automatic – Cramps – Protosound – Edel
Eccovi i marchi che accompagnano questa pubblicazione da oggi nei negozi e store digitali.
Si intitola “LIBERA” ed è il primo disco del cantautore molisano LUCA MANCINO che accompagnato dalla magistrale produzione di Domenico Pulsinelli, consegna al mercato discografico un lavoro che raccoglie in se tutti i dettami del POP misto a quel ROCK oltre-oceano che tanto hanno caratterizzato e impreziosito produzioni più famose come Negrita, Vasco Rossi, Ligabue e tanto altri.
Ascoltando queste 9 tracce diciamo che si può perdonare quella sottile ingenuità che spesso fa capolino spingendoci per mano e con forza in territori fin troppi battuti e fin troppo famosi.
Servono diversi ascolti e diverse sensibilità per addentrarci tra le righe del personale e del profondo, dove il carattere di Mancino viene fuori per dare unicità a questo lavoro.
Testi semplici e ricchi di immediata reperibilità dal cuore di chiunque si appoggiano e disegnano melodie davvero accattivanti che non hanno troppo da invidiare alle grandi scritture dei “famosi”.
Arrangiamenti di classe, un esordio che fa “scuola” (tra altri esordi si intenda) nella sua categoria dove spesso ci si improvvisa più del solito e più del solito si fa troppo e si fa tanto più del dovuto quando invece, come in questo caso, capiamo perfettamente quanto sia forte l’impatto emotivo e qualitativo nel gusto del semplice e del “poco” ma messo ad arte.
Insomma se questi sono gli ingredienti di questo esordio dire che Luca Mancino ha davanti una strada certo in salita ma gambe forti e grandi risorse di fiato per alleggerirne la fatica. Un bel disco italiano da non far passare nella mischia dei tanti.

Luca Vessi

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!