Cookie Policy

News

“Live at the hub – No music in the office” – Above The Tree & The E-Side

Annalisa Nicastro

Ultimo appuntamento prima edizione di
“Live at the hub – No music in the office”

realizzato in collaborazione con
Assessorato alla Contemporaneità del Comune di Rovereto

Giovedì 20 dicembre ore 20.30 > Above The Tree & The E-Side

Ultimo appuntamento con Live at the hub – No music in the office l’evento musicale organizzato da The Hub Rovereto in collaborazione con l’Assessorato alla Contemporaneità del Comune di Rovereto che per la conclusione della sua prima edizione propone giovedì 20 dicembre a partire dalle ore 20.30 una band innovativa e d’eccezione: Above The Tree & The E-Side.

Da ottobre ad oggi tante e sempre diverse le personalità e le ricerche musicali che hanno animato gli spazi di Hub: dalle sperimentazioni elettroniche che sfuggono alle definizioni alle melodie pop, dai folk psichedelici al groove più selvaggio e puro. Musicalità ed esperienze a confronto che hanno saputo catturare un pubblico sempre più ampio e interessato.

Per quanto riguarda la scelta degli artisti è stato seguito il principio del network, ovvero la possibilità di mettere in connessione all’interno di un’unica programmazione artisti nazionali e internazionali privilegiando le proposte più contaminate e originali. In questo scenario rientrano Above The Tree & The E-Side. A loro il compito di chiudere la prima edizione di Live at the hub – No music in the office sulle note del loro primo disco Wild, un progetto di ricerca – prodotto dall’etichetta bolognese Locomotiv Record – dove le sonorità rock, blues e folk più tradizionali si mixano all’elettronica e al tribalismo.

Above The Tree nasce nel 2007 come progetto solista di Marco Bernacchia, artista sonoro e visivo marchigiano attivo in precedenza con Gallina e M.A.Z.C.A, i cui quattro album hanno ottenuto ottimi riscontri di critica e pubblico. La sua musica si caratterizza da sempre per la capacità di unire folk ed avanguardia, con costanti richiami all’Africa tribale e al blues delle origini, adagiando il tutto su un tappeto fatto di delicato rumore. Dal 2007 ad oggi innumerevoli sono stati i palchi che lo hanno ospitato, dall’Italia alla Francia, dalla Germania alla Spagna, e ancora Portogallo, Repubblica Ceca, Slovenia, Slovacca, Svizzera, Svezia ed Ucraina. Un tour senza sosta alcuna durato 4 anni. Nel gennaio 2012, in seguito all’incontro con Matteo Sideri (percussionista, batterista, Dj e producer) uscirà il suo primo disco in duo; per l’occasione quindi il nome del progetto verrà trasformato in Above the Tree & E-side. Il disco si intitolerà appunto WILD. Il lato mantrico caratteristico del suono di Above The Tree – Marco Bernacchia – è esaltato e rafforzato dal beat primitivo di Matteo Sideri – alias E-Side.

Questa nuova collaborazione: “Conduce l’album verso atmosfere desertiche in cui il vento del Sahara sembra fare da sfondo a quelle timbriche contaminate dal blues del Delta” e aggiungono i due musicisti: “I ritmi sono sviluppati ad hoc per animare le voci ancestrali degli indiani d’America. Il progetto accentua il lato mantrico caratteristico del suono di Above the Tree, rafforzandolo grazie al beat primitivo di Sideri. Quest’onda sinuosa e maestosa volteggia su un linguaggio di confine che conduce chi ascolta verso un mondo selvaggio”.

ll live di Above The Tree è sempre stato di forte impatto visivo: infatti, è caratterizzato da un approccio teatrale che pone il corpo sullo stesso livello della musica e in cui è costante l’utilizzo di un copricapo che raffigura un gallo. Matteo Sideri – E-Side – ne ha scelto invece uno a forma di panda.

Per saperne di più:
www.abovethetree.it
http://www.vertigoconcerti.com/website/roster/above-the-tree-and-the-e-side/
http://above-and-e-side.bandcamp.com/

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!