Cookie Policy

Recensioni

La Morte – Riccardo Gamondi (Uochi Toki), Giovanni Succi (Bachi da Pietra)

Fortunato Mannino

Un invito a fermarsi, a riflettere sul vero senso della vita. Parole forse un po’ retoriche ma… più che attuali!

Aspettavamo con non poca curiosità questo lavoro. Il promo estivo aveva creato la giusta attesa e, soprattutto, diviso come solo un tema così delicato può fare. Oggi che abbiamo la possibilità di ascoltarlo in anteprima, possiamo affermare senza ombra di dubbio che si tratta di un gran bel progetto!
Un concentrato di letteratura, musica e arte che invita l’ascoltatore a riflettere sul tema della morte. Passaggio obbligato che accomuna ogni essere vivente e che ogni cultura ha cercato di esorcizzare con l’aldilà. E se ciò ha regalato, nei secoli, monumenti, storie e pensieri mirabili, la paura di quell’attimo è rimasta e rimarrà uguale a se stessa… per sempre. Dilungarci su questo tema è rischioso perché ognuno di noi ha un’esperienza e una sensibilità diversa. L’unica cosa che mi preoccupa, osservando la nostra società, è l’abitudine alla brutta morte! La causa di tutto questo, probabilmente, altro non è che un tributo al nostro egoismo!
L’album è concepito come viaggio trasversale nei pensieri che precedono l’attimo fatale. I testi sono tratti dalle pagine più belle delle letteratura occidentale (Manzoni e Jacopone da Todi per fare dei nomi) sono mirabilmente recitate da Giovanni Succi (Bachi da pietra). La parte elettronica e il field recording (cappella del cimitero comunale di Saludecio di Rimini) è stata curata da Riccardo Gamondi (Uochi Toki). Un progetto riuscito sotto tutti i punti di vista! La scelta dei brani letterari, la recitazione e il tessuto sonoro invitano l’ascoltatore a riflettere ma anche a riscoprire pagine di letterature sepolte nella nebbia del quotidiano.
Un invito a fermarsi, a riflettere sul vero senso della vita. Parole forse un po’ retoriche ma… più che attuali!
L’edizione in vinile è da considerarsi una vera e propria opera d’arte! Veronica Azzinari (artista da scoprire! Vi consiglio un tour virtuale per vedere i suoi disegni) ha immaginato e realizzato trenta copertine diverse, producendo altrettante incisioni a secco, riprodotte manualmente in serie di dieci stampe ciascuna, che rendono unica e irripetibile ogni singola confezione del disco.
L’album uscirà, non proprio casualmente, il 2 di novembre!

Fortunato Mannino

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!