Interviste

Joe D. Palma, Intervista

Giovanni Panebianco

“Noi cerchiamo di non perdere mai quest’anima spensierata, nel senso migliore del termine, perché capita spesso di lasciarla per strada crescendo”

Come nasce la band e il nome Joe D. Palma?
La band nasce da un’idea di Giorgio e Matteo, che suonavano già in altri gruppi, ma volevano fare qualcosa di diverso. Poi la vera identità dei Joe D. Palma si è costruita nel tempo, in particolare quando sono arrivati Raffa, Alvise e Gomez e la band ha trovato i suoi punti di riferimento.
Il nome è arrivato in uno dei classici momenti birrette e cicchette finite le prove. Joe è un richiamo particolare al nome di Giorgio, poi abbiamo sparato una bella serie di cose a caso finché è arrivata l’idea di riprendere il cognome del regista americano Brian De Palma. Suonava bene, un po’ international-esotico, ci ha convinti da subito.

Il 5 Aprile è uscito VHS, il vostro nuovo singolo. In che modo è cambiato il vostro sound rispetto al vostro EP d’esordio, “Generazione Brucaliffo”?
È cambiato completamente, abbiamo cercato di lavorare su un sound più profondo e strutturato senza perdere quel filo di leggerezza e ironia che ci ha sempre caratterizzati. VHS è un pezzo molto nostalgico, ma non è tutto così triste il disco. Abbiamo cercato di dare ad ogni strumento una dimensione e un ruolo preciso, è stato importante capire cosa volevamo da ognuno di noi. Non è stato semplice, un percorso molto lungo a dire il vero, avevamo in testa delle cose ma siamo riusciti ad esprimerle solo nel tempo. Ora siamo veramente contenti di quello che abbiamo tirato fuori. E’ realmente il sound che volevamo.

Vi muovete agilmente tra cantautorato, Indie Pop ed elettronica. Da dove derivano le vostre principali influenze?
I nostri ascolti arrivano molto più da oltremanica che da qui. Il tentativo è quello di dare un’impronta abbastanza “inglese” ai nostri pezzi, tenendo pur sempre a mente l’attitudine cantautoriale di Giorgio, che rimane sempre presente. In Italia è pieno di progetti solisti ma non sono molte le band di cui ti innamori veramente del sound, delle chitarre e dei giri di basso oltre che della voce. Noi vorremmo recuperare quel tipo di ascolti tra il pubblico, far muovere un po’ di culi insomma.

Il video e il testo di VHS hanno un forte rimando nostalgico. Come mai avvertite questa urgenza dal sapore retro’?
Siamo tutti in una fase della vita che che potremmo definire di transizione verso qualcosa di nuovo, diverso, quindi ci viene abbastanza semplice trovare conforto in queste immagini che ci ricordano la nostra infanzia o adolescenza, dove era tutto un po’ più facile e leggero. Noi cerchiamo di non perdere mai quest’anima spensierata, nel senso migliore del termine, perché capita spesso di lasciarla per strada crescendo. Quindi anche dal punto di vista estetico, specialmente per VHS, ci piaceva il richiamo a qualcosa di datato, che sapesse rimandare a quegli anni.

Dall’uscite dell’EP di esordio avete intensificato la vostra attività live. Che rapporto avete con il pubblico che viene ai vostri show?
Abbiamo fatte molte date per portare in giro il nostro primo EP, ora sicuramente ne vedremo delle belle quando uscirà il disco. Abbiamo un rapporto molto stretto con il nostro pubblico, per noi un concerto non è solamente il momento in cui suoniamo, ci piace molto stare in mezzo alla gente che ci viene a vedere. Siamo stati in diverse città e avremmo qualcosa da raccontare per ciascuna di esse, persone che non vediamo l’ora di rivedere. Ora siamo stati un po’ fermi per concentrarci sul disco, ma sarà una figata tornare in tour.

Cosa dobbiamo aspettarci dal disco a cui state lavorando, la cui uscita è prevista in autunno?
Cassa dritta e voglia di dance all night. È un disco vivace, molto suonato. Diciamo spesso che buona parte delle cose sono state registrate in piena notte. Siamo concordi che ci piace molto la spontaneità di quelle parti.

About the author

Giovanni Panebianco

Giovanni Panebianco

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi