Cookie Policy

Sound&Vision

Jeff Mills @ Napoli Jazz Winter 2016

Jeff Mills in Spiral Deluxe al Teatro Politeama per Napoli Jazz Winter 2016

Riparte alla grande, con un grandissimo artista, la seconda parte della 10° edizione del Napoli Jazz Winter 2016 che ci riserverà grandi sorprese e alcuni tra i più importanti musicisti del panorama musicale internazionale. Giovedì 20 ottobre, in anteprima e unica data in Italia si è esibito, al Teatro Politeama, Jeff Mills insieme al tastierista giapponese Yumiko Ohno, il bassista Kenji Jino ed il tastierista Gerald Mitchell, già membro con Mills degli Underground Resistance in uno spettacolo unico nel suo genere: The Exhibitionist 2.
Già dal primo pomeriggio, in tantissimi ad aspettare il loro idolo negli spazi antistanti il Teatro stesso, fino a riempirlo con una straordinaria, ma ampiamente prevista, affluenza di pubblico. Ottima scelta del Direttore Artistico della Rassegna Michele Solipano che ha permesso al popolo campano di ascoltare uno dei miti assoluti di questo particolarissimo quanto apprezzatissimo genere musicale.
Innovatore, profeta, leggenda. Una produzione sterminata, con alcuni dischi davvero epocali. Incalcolabili DJ set in giro per il mondo. Decine di progetti trasversali tra le arti. Keywords: The Wizard, Final Cut, Underground Resistance, Axis Records; fantascienza, spazio, afrofuturismo, elettronica, contaminazione. In breve: Jeff Mills, La Techno.
La sua carriera musicale, iniziata nel collettivo Underground Resistance (insieme a Mike Banks e Robert Hood) e proseguita sotto la label berlinese Tresor, si è in seguito frammentata in numerosi progetti stilisticamente molto diversificati: dalla suddetta tribal-techno alla minimal-techno, dall’acid-techno all’ambient-techno, lambendo perfino una cerebrale chill-out. Tutto ciò senza mai dimenticare le innovazioni ritmiche che hanno avuto origine a Detroit. Tantissime le sue collaborazioni con musicisti di tutto il mondo che lo hanno reso l’assoluto protagonista mondiale di questo genere musicale.
Come per il primo album “The Exibitionist” che lo ha preceduto, in tale nuovo progetto alle musicalità tecno si fondono elementi di elettronica con quelli jazz e fusion.
Già all’arrivo sul palco è un autentico trionfo e un’emozionata ovazione che il pubblico tributa non solo al grande Jeff Mills ma a tutti i musicisti che compongono la sua band, che si esibiranno in una grandissima performance soprattutto I due scatenatissimi Kenij Jino e Gerald Mitchell che danno prova del loro estro e della loro profonda bravura durante tutta la serata.
Straordinario Kenij Jino quando suona il basso dando le spalle al pubblico, poggiandolo sulla base del collo con una maestria da virtuoso dello strumento. Idem Gerald Mitchell che fa letteralmente volare le sue mani su entrambe le tastiere elettroniche poste di fronte a lui.Ma Jeff Mills un mito. Con un volto inflessibile da afro-americano, a tratti simile ad un alieno, questa volta senza le sue amatissime cuffie argentate, di fronte ai suoi soliti tre piatti frenetici e ai suoi vinili con i quali crea la sua musica, colpisce con le sue mani ossute, puntute che non solo creano e controllano tutto il sistema, coordinano anche gli altri musicisti del palco. Concentratissimo, si è lasciato andare a qualche sorriso solo nella breve presentazione del suo progetto e dei suoi musicisti e in alcuni momenti del concerto dove avvertiva una perfetta sinergia ed armonia tra tutti gli elementi sul palco.
Il risultato: una straordinaria fusione di musica di altissimo livello che ha scatenato gli applausi di tutto il pubblico in sala, consapevole di essere di fronte ad un grandissimo evento internazionale.

Articolo di Annamaria De Crescenzo
Foto di Mario Catuogno – Spectra Foto

Prossimo appuntamento del Napoli Jazz Winter 2016: 11 novembre con Buster Williams 4tet all’Auditorium Salvo d’Acquisto di Via Morghen 58 Napoli

 

About the author

Annamaria De Crescenzo

Annamaria De Crescenzo

Amante del ballo praticamente da sempre, la sua vita ludica è cambiata con l'incontro fortuito con una Nikon, ora riempie i vuoti lasciati dal ballo facendo foto e scrivendo recensioni sugli eventi musicali.

error: Sorry!! This Content is Protected !!