Cookie Policy

Sound&Vision

Javier Girotto con Mario Nappi Trio @Teatro Summarte

Mario Catuogno
Scritto da Mario Catuogno

Continua al teatro Summarte di Somma Vesuviana la programmazione della rassegna musicale “Jazz&Baccalà”, curata dalla direzione artistica del batterista Elio Coppola. La rassegna, nata in collaborazione con l’associazione Musicology, è arrivata alla sua terza serata, e ha riscosso, in un crescendo consenso di pubblico e di critica, uno strepitoso successo per la serata di ieri sera, 22 gennaio, che ha visto protagonista sul palco del Teatro Summarte JAVIER GIROTTO con MARIO NAPPI TRIO.
Mario Nappi Trio è composto da Mario Nappi al pianoforte, Corrado Cirillo al contrabbasso e Luca Mignano alla batteria. Mario Nappi, diplomato in pianoforte e laureato con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella, ha studiato armonia jazz, improvvisazione e musica di insieme con i più bravi maestri contemporanei. Malgrado la giovane età si è già esibito in numerosi festival di importanza nazionale e ha vinto diversi premi come quello, per citare solo gli ultimi in ordine di tempo, come “Miglior Band “al Bergamo Jazz 2014 e premio miglior arrangiamento su tema dato, e il Premio LUCA FLORES al Festival Jazz di Barga nel 2015. Come solista ha pubblicato diversi cd e collaborato anche a diversi album di suoi colleghi musicisti come l’ultimo disco di Giacinto Pieracci “Persistance”.
Per il Trio, nel 2014 esce il primo disco – Introducing – che riscuote un ottimo successo nelle vendite tanto da essere distribuito anche in Giappone, oltre che in Italia e in Europa e nel 2015 il secondo album: Vela. Questi album sono stati presentati in una tournée che, oltre ad aver interessato città come Napoli, Roma, Milano, Torino, Piacenza, Bologna ecc. si è spinta anche all’estero con date in Olanda (Amsterdam, Maastricht, Eindhoven), negli USA (New York) e in numerose rassegne e festival come il Pomigliano Jazz Festival, Marigliano in Jazz Festival, Maastricht Jazz Festival, Tolfa Jazz Festival, ottenendo un successo strepitoso.
Al fianco del Mario Nappi Trio una guest star d’eccezione: Javier Girotto uno dei sassofonisti argentini più apprezzati nel panorama musicale, il quale, attraverso i suoi “fiati” ha accompagnato il pubblico presente in un viaggio meraviglioso fatto di musica e di emozioni.
Girotto non ha bisogno di alcuna presentazione. Uno dei musicisti più conosciuti al mondo che passa con estrema disinvoltura al jazz classico, alle formazioni in solo, duo, trio, con grandi orchestre o sestetti di soli fiati e che ha al suo attivo ha una trentina di dischi, come leader o co-leader, impegnato in quindici differenti progetti che porta in giro per l’Europa.
Il repertorio ha spaziato da alcune personalissime interpretazioni di brani della nostra cultura musicale partenopea (bellissima la versione di “Canzone appassionata” e “Indifferentemente” dove la bravura di Javier Girotto aggiunge ancora più emozione alla bravura del Trio)  ad alcune composizioni inedite, sia del Mario Nappi Trio (come “Introducing”, Bon aurio “ che di Javier Girotto (“Matthias”, Augustino” e soprattutto “Il senso della vita” che lascia il pubblico senza fiato per la bellissima interpretazione di Girotto che ne fa una melodia struggente ma assolutamente coinvolgente ed emozionante) oltre a brani della tradizione afroamericana come “Ceora” senza mai tralasciare la forte matrice jazz che li contraddistingue.
Per il   bis richiestissimo dal pubblico, una particolare versione groove di “Se telefonando” alla quale il pubblico partecipa ritmando con le mani il motivo principale e alla fine tributando ai musicisti presenti sul palco il giusto riconoscimento con un lunghissimo ed emozionato applauso.
Da citare, per la fusione jazz con la tradizione culinaria di Somma Vesuviana, l’apprezzatissima degustazione del piatto “Cortecce di pasta fresca con ceci, castagne e baccalà “preparato dal ristorante partner della Rassegna “800 Borbonico”.
Prossimo appuntamento della Rassegna “Jazz e Baccalà “il 5 febbraio con Fabrizio Bosso e Walter Ricci/Antonio Claps/Elio Coppola Hammond Trio.

Testo e Foto di Mario Catuogno – Spectra Foto


 

About the author

Mario Catuogno

Mario Catuogno

Miope da sempre, la messa a fuoco manuale non è stata mai facile per me. Mi venivano bene solo i panorami. Ringrazio la tecnologia per la MAF automatica e altre diavolerie, mai soddisfatto delle mie foto

error: Sorry!! This Content is Protected !!