Cookie Policy

Sound&Vision

Istanbul Session @ JazzMI 2018

Lara Zacchi
Scritto da Lara Zacchi

Percussioni e bassi al massimo, tanto da sentire il vento caldo della Turchia uscire direttamente dalle casse.

“Thanks for coming…not just to see us, but to see Art! And thank you for supporting live music” Così ha esordito Ilhad Ersahin il 2 novembre, al Base di Milano.
Un live incredibile quello della sua Istanbul Session, in Italia in occasione del JazzMI, incredibile palcoscenico dei migliori artisti jazz.
Caldo, con ritmi incalzanti tipici del loro sound. Un viaggio..si, è stato un viaggio dalla Turchia all’East Village di Manhattan, passando dal Jazz, al Folk, alla Techno, all’elettronica, al rock dei Led Zeppelin, Nirvana, Guns n Roses, Queen (il bassista Alp Ersonmez ha improvvisato un medley dei loro pezzi piu’ conosciuti),
Percussioni e bassi al massimo, tanto da sentire il vento caldo della Turchia uscire direttamente dalle casse.
E il saxofono di Ersahin, beh quello è una certezza…trascinava e si lasciava trascinare. E ha trascinato anche noi del pubblico, in un altro modo, per un paio d’ore.
Il buon jazz fa bene all’anima. L’ho sempre pensato e ieri sera ne ho avuto la certezza!

Articolo e Fotografie di Lara Zacchi

 

 

About the author

Lara Zacchi

Lara Zacchi

Fotografa la musica perché è una delle poche cose che la connette con sé stessa. Pogettista convertita alla comunicazione visiva, precisa sul lavoro quanto indisciplinata nella vita.
Legge, scrive. Il rock lo ascolta ad alti decibel e viaggia per il puro piacere di stare lontana dalla quotidianità e poter cambiare modo di guardare ogni volta.

error: Sorry!! This Content is Protected !!