Cookie Policy

Sound&Vision

I Ministri @ Alcatraz

dissolvenzelab
Scritto da dissolvenzelab

I Ministri sul palco celebrano la vita, la gioia di vivere, coniugando impeto e profondità.

Ci sono concerti unanimemente consigliati dalle riviste del settore, e poi ci sono quelli che dovrebbero essere resi obbligatori. I Ministri, sul palco dell’ Alcatraz (data sold out) di Milano, costruiscono un monumento al Rock e si spingono pure oltre: celebrano la vita, la gioia di vivere, coniugando impeto e profondità.
Le paure e le rabbie dei testi (ne ha scritto Ilaria Lupi su SOund36) vengono trascinate fuori, osservate, riconosciute e scaraventate lontano una dopo l’altra. Esorcizzate in una catarsi collettiva che lascia i fan pieni di energia positiva, pronti a nuove battaglie con i lati più oscuri di sé , ma anche aggrappati con le unghie sul palco – a concerto finito – per la fatica del distacco.
Avverto sempre un tema di “purezza” nei  live dei Ministri, è sicuramente legato all’ onestà con cui fanno musica, alla potenza dei suoni e dei corpi, al sudore, e alla generosità commovente con cui si danno. Un concerto obbligatorio.

Articolo e foto a cura di Helga Bernardini di Dissolvenzelab.
I Ministri @ Alcatraz, 9.04.2018

Ringraziamo Magellano Concerti e Parole&Dintorni

Qui sotto la scaletta:

Spettri
Crateri
Comunque
Idioti
Usami
Un dio da scegliere
Non mi conviene puntare in alto
Spingere
Memoria breve
Tra le vite degli altri
Il bel canto
Tempi bui
Dimmi che cosa
(bis)
Fidatevi
Noi fuori
Una palude
Diritto al tetto
Abituarsi alla fine

Queste le prossime date del tour
12 aprile – trento – sanba’polis
14 aprile – roma – atlantico live
19 aprile – venaria reale (to) – teatro della concordia
20 aprile – nonantola (mo) – vox club
24 aprile – firenze – obihall
27 aprile – molfetta (ba) – eremo club
28 aprile – napoli – casa della musica
30 aprile – perugia – afterlife live club

About the author

dissolvenzelab

dissolvenzelab

dissolvenzelab nasce dal desiderio di un gruppo di fotografi di allontanarsi dalla dimensione individuale tipica di chi pratica la fotografia per farne invece un progetto collettivo. Attraverso la relazione e lo scambio, siamo un laboratorio di formazione permanente, e nella ricerca di progetti fotografici condivisi concretizziamo il dissolversi di ogni blocco che mina la creatività e fossilizza il nostro punto di vista .Ogni scatto selezionato e' il frutto di una sintesi collettiva. Il metodo partecipativo che accomuna Dissolvenze Lab a SOund36 ha generato la scintilla da cui nasce questa preziosa collaborazione

error: Sorry!! This Content is Protected !!