Cookie Policy

Sound&Vision

Enzo Gragnaniello in Misteriosamente Tour

Grande successo, mercoledì 10 febbraio al Teatro Augusteo per il concerto di Enzo Gragnaniello per la presentazione del nuovo disco “Misteriosamente”.
Perchè  “Misteriosamente”?  Lo spiega lo stesso artista. “Ma perché viviamo in un mondo magico, misterioso, imprevedibile. Abbiamo ancora paura dell’ignoto, siamo persone che hanno perso lo stupore e in questo disco cerco di raccontare tutto quello che ho acquisito nel mio percorso artistico”. Io ho avuto un dono, fare canzoni da distribuire come una tisana energetica.”
A quattro anni di distanza dal suo lavoro precedente, il nuovo disco contiene 12 brani molto intensi firmati, prodotti e arrangiati dal cantautore (tre volte vincitore della “Targa Tenco”) impreziositi da collaborazioni importanti con alcuni musicisti /cantanti del panorama musicale napoletano e non solo che ne fanno un disco ancora più intenso e prezioso.
Tutti i brani sono basati su temi cari al cantautore, con al centro Napoli che fa parte del suo essere e della sua creatività, il mare (Guardo il mare, e “sotto o’ mare” ne sono due esempi) che è fonte della sua ispirazione musicale, oltre che l’amore sia come sofferenza in amore (come in “Ammore pezzente)  che come amore da cercare (come in “E continuo”) poi la rabbia, la passione, il disagio, insomma la vita, raccontata con estrema poesia e ricercata musicalità  che lo rendono un vero e proprio poeta moderno.
Il concerto inizia con Enzo Gragnaniello da solo sul palco per presentare una delle canzoni più poetiche “Criature” ed è subito atmosfera. Poi man mano lo raggiungono tutti i suoi musicisti (Piero Gallo al mandolino, Aniello Misto al basso, Marco Caligiuri alla batteria ed Erasmo Petringa al violoncello) ed è subito chiaro che la serata sarà’ un intreccio di musica, emozioni e amicizia.
Infatti, dopo “Guardo il mare” e “Sotto o’ mare”, sale sul palco Raiz con il quale duetta  prima in “”Na Bella vita” (brano che Enzo ha scritto per gli Almamegretta e contenuta nel loro album Controra) poi il brano che dà il nome all’intero dell’album “Misteriosamente” in un binomio di voci profonde, calde e particolari come quelle dei due Artisti sul palco.
Subito dopo, sul palco , si alternano i  tanti amici musicisti , prima  Ciccio Merolla in “Creta” nel quale con le sue percussioni e la mandolina del bravissimo Piero Gallo, presente in ogni brano del disco instancabile poeta di questo suo  particolarissimo strumento, sono presenti tutte le atmosfere della musica etnica mediterranea, poi Franco Del Prete, maestro indiscusso dell’arte della batteria, in tre brani “Solo di te “ , “Comme ‘e amaro” e “Amore Pezzente, a seguire  una straordinaria versione di due classici “Passione “ e “Indifferentemente” che scatenano il pubblico in platea, poi  Enzo Gragnaniello duetta con Nino Buonocore in “Quale futuro vuoi “, subito dopo con Gennaro Porcelli in “Erba cattiva “ e “Maria” nei quali il chitarrista napoletano da prova della sua straordinaria bravura , ed infine  con Riccardo Veno e Ciccio Merolla nella dolcissima  “La casa col cancello”.
A sorpresa verso la fine del concerto il  duetto con la grande Ornella Vanoni in una splendida versione di “Donna “ (uno dei successi più famosi di Mia Martini) e “Alberi”.
Il concerto si conclude con l’emozionante omaggio che Enzo Gragnaniello dedica  all’amico di sempre Pino Daniele  con il brano “Il Viaggio di un amico”.

Testo e Foto di Annamaria De Crescenzo – Spectra Foto


About the author

Annamaria De Crescenzo

Annamaria De Crescenzo

Amante del ballo praticamente da sempre, la sua vita ludica è cambiata con l'incontro fortuito con una Nikon, ora riempie i vuoti lasciati dal ballo facendo foto e scrivendo recensioni sugli eventi musicali.

error: Sorry!! This Content is Protected !!