Cookie Policy

Sound&Vision

Giornata Internazionale del Jazz e 1 Maggio a Pozzuoli

Musica e Arte in piazza a Pozzuoli che è sembrata a molti la “New Orleans “di Italia

Sabato 30 aprile in occasione della Giornata Internazionale del Jazz e domenica 1 maggio, Festa dei lavoratori, Pozzuoli è stata protagonista assoluta della musica jazz e non solo.
In ogni angolo di strada del centro storico e sul palco centrale allestito alla Cassa Armonica sita in Piazza della Repubblica, si sono alternati gruppi musicali, artisti, cori gospel e musicisti di grandissimo valore, i quali a titolo gratuito, hanno dato il loro contributo ad uno speciale week end svolto in un’atmosfera di festa e di musica tanto che Pozzuoli è sembrata a molti la “New Orleans “di Italia.
Tantissime le persone accorse all’invito dell’Associazione Jazz & Conversation, organizzatrice dei due giorni di musica che si è avvalsa del supporto dei commercianti del centro storico di Pozzuoli e della collaborazione dell’Azienda di Cura Soggiorno e Turismo e del  Patrocinio del Comune di Pozzuoli , e il grande successo della manifestazione anche nella seconda giornata del 1 maggio nonostante il cambiamento di programma obbligatorio viste le avverse condizioni metereologiche che non hanno permesso di far esibire i gruppi stabiliti sul palco centrale ma dare spazio maggiore agli artisti di strada e agli attori e gruppi che spontaneamente si sono dati appuntamento sul palco centrale, ha dato ragione all’Associazione Jazz & Conversation e a tutte le persone che si impegnano in modo ammirevole per la realizzazione di tali eventi solo per la passione e l’amore per il territorio dei Campi Flegrei e di Pozzuoli nello specifico, nonché’ per l’amore per la cultura in generale e per la musica e per l’intuizione di investire nello sviluppo culturale di questa terra cosi speciale.

L’International Jazz Day è l’evento annuale, promosso dall’UNESCO già dal 2012, per celebrare ” le virtù del jazz come strumento educativo, elemento di pace e unità, come modello cooperazione rafforzata tra le persone” “Un’arte, un linguaggio universale e creativo che unisce e crea dialogo, che insegna ad ascoltare e fa nascere incontri, che azzera differenze e sottolinea le sintonie.” E Pozzuoli è riuscita ad onorare totalmente tale giorno.
IL 30 aprile, giorno dell’International Jazz day, un’ondata di Jazz ha invaso le strade, i vicoli e la piazza della Repubblica dove si sono dati appuntamento tantissimi appassionati di tale musica ma anche tante altre persone incuriosite da questo “modo “di fare musica e di fare “cultura in piazza”.
Sul palco e nelle strade circostanti, tantissimi gli artisti tra quelli già conosciutissimi e giovani artisti che hanno suscitato consensi e applausi dal pubblico sempre più numeroso: un veloce passaggio di Elisabetta Serio che è venuta a salutare gli organizzatori e ha suonato alcuni brani al pianoforte, Paolo Licastro e Rossella Lizzaro con la loro musica particolare, il Trio Vitolo/Pagliano/Miele i quali nonostante la giovanissima età hanno suscitato tantissimi applausi, Scott Inshallah Jazz Project che ha presentato un nuovo progetto di musica etnojazz molto apprezzato arricchito da una ballerina di danza del ventre straordinaria, il chitarrista Peppe Brandi, gli L2 (Luigi Sabetta e Luigi Biondi) , il gospel dei Royal Gospel Choir diretti da Marcella Selo, le band We Transfer, Jazz&Go, Echivajazz band che hanno portato sul palco tutte le sfumature del jazz da quello standard a quello fusion jazz o soul jazz , la bella ed intensa voce di Myriam Scognamiglio, per finire in serata con gli Sweet Swing , i Four Friends in Naples , il duo Greco/Macario per finire la giornata con Palopoli /Ranalli /Novembre.
Insomma tanta, tanta musica, elegantemente presentata da Angela Cicale e seguita a livello tecnico da Enzo Rizzo e la sua squadra, bravissimi negli innumerevoli cambi palco mentre nell’apposito gazebo allestito dall’Associazione Jazz&Conversation si alternavano tutti gli associati nell’accoglienza agli artisti, e nel dare informazioni sia sull’evento stesso che in merito alla nuova Edizione del Pozzuoli Jazz Festival che si aprira’ il 22 giugno con la straordinaria presenza di Paolo Fresu  al Vulcano Solfatara,e il concerto dell’ Orchestra Jazz Parthenopea di Pino Jodice e Giuliana Soscia
Insomma una grande famiglia animata e motivata dalla grande passione per la musica e per la cultura nonché’ dallo stare insieme per dare vita a grandi progetti come questo.

Domenica 1 maggio, per avverse condizioni metereologiche il programma è stato completamente cambiato lasciando però spazio sia alla recitazione, alla musica classica, e a diversi artisti di strada che si sono esibiti comunque nelle strade con tanta musica di ogni genere musicale e anche danze popolari della nostra tradizione campana e non solo.
La giornata si è conclusa con un grande momento di aggregazione e di ballo in piazza che ha visto coinvolto tutto il numeroso pubblico accorso e che ha divertito tutti, ballerini e non, rendendo unica una giornata di per sè già speciale.
Ogni momento dell’evento, video e foto, può essere visualizzato anche nel sito web dell’Associazione www.pozzuolijazzfestival.it
Tutti pronti per il prossimo evento da non perdere il 22 giugno.

 Articolo di Annamaria De Crescenzo
Foto di Mario Catuogno (Spectra Foto)


 

 

About the author

Annamaria De Crescenzo

Annamaria De Crescenzo

Amante del ballo praticamente da sempre, la sua vita ludica è cambiata con l'incontro fortuito con una Nikon, ora riempie i vuoti lasciati dal ballo facendo foto e scrivendo recensioni sugli eventi musicali.

error: Sorry!! This Content is Protected !!