Cookie Policy

A propos de Recensioni

Giorgieness @ Art Rock Museum (BO)

Claudio Prandin
Scritto da Claudio Prandin

La bellissima location, intima e raccolta, è adatta ad arrangiamenti minimal. Spicca quindi limpidissima la voce della cantante, potente e grintosa quanto basta.

Bologna, 21/02/2018: La splendida cornice di Palazzo Pepoli a Bologna, storica dimora nobiliare e attuale sede del Museo della Storia, ospita la manifestazione musicale Art Rock Museum che prevede un serie di concerti acustici ad ingresso gratuito.
Mercoledì 21 febbraio la protagonista del palco è stata la giovane Giorgia D’Eraclea, in arte Giorgieness, che ha appena pubblicato il suo secondo disco intitolato “Siamo tutti stanchi”.
Inizia il concerto davanti ad un centinaio di persone imbracciando la chitarra acustica affiancata da Davide Lasala (suo chitarrista e produttore) che suona una Fender Jazzmaster. La prima parte prevede sei canzoni separate dalle ultime quattro da una breve intervista in cui l’artista ha parlato del suo album e ha confessato di averlo “pensato” a Berlino, di essere tornata in Italia e di averlo proposto alla Woodworm che l’ha subito pubblicato. Alla domanda sulle sue maggiori influenze ha invece risposto in maniera simpatica: “Una delle prime cantanti che ho ammirato è stata Britney Spears, poi però mi sono innamorato di altre cantanti come, per esempio, PJ Harvey”.
Le due chitarre si sorreggono a vicenda alternandosi alla parte ritmica senza però eccedere in assoli o virtuosismi: la location infatti è intima e raccolta e più adatta ad arrangiamenti minimal. Spicca quindi limpidissima la voce della cantante, potente e grintosa quanto basta.
In “Calamite” però la posizione seduta sembra stare stretta a Giorgia che appare desiderosa di alzarsi e sfogare maggiormente la sua energia. L’esibizione termina dopo circa 45 minuti e si chiude sulle dolcissime note di “Non ballerò”; nonostante la giovane età, Giorgia tiene benissimo il palco, padroneggiando la propria voce e denotando una notevole personalità; è tempo di uscire ma i volti delle persone che hanno assistito al concerto lasciano il museo visibilmente soddisfatti.

Ecco la scaletta completa:

Avete tutti ragione
Controllo
Farsi male
Essere te
Calamite
Che strano rumore
Lampadari
Che cosa resta
K2
Non ballerò

Di seguito l’elenco completo dei concerti nell’ambito dell’Art Rock Museum:

 

28 febbraio: Le altre di B
07 marzo: Paletti
14 marzo: Joycut
21 marzo: Federico Poggipollini
28 marzo: Colombre
04 aprile: Data Contest
11 aprile: Flavio Giurato
18 aprile: Extraliscio

About the author

Claudio Prandin

Claudio Prandin

error: Sorry!! This Content is Protected !!