Recensioni

Giorgia Angiuli – In a Pink Bubble

Claudio Carpentieri

Questo è un album che trasporterà l’ascoltatore in una bolla rosa tra luci e colori, ma anche tra ricordi e nuove esperienze.

A sentirla per la prima volta oggi, si potrebbe immaginare di tutto tranne che Giorgia Angiuli avesse un background fatto di studio della chitarra classica in conservatorio e fosse stata chitarrista in un gruppo new metal/crossover! La vita nella natia Puglia e le conoscenze toscane hanno portato Giorgia ad interessarsi alle sperimentazioni dei prolifici Autechre (inglesi di Rochdale) e dell’avanguardia elettronica dei germanici Apparat ed Ellen Allien (fondatrice della label tedesca BPitch Control).
Non che i cosiddetti studi classici siano incompatibili con il cammino alternativo intrapreso, ma pensare di vedere coinvolta l’artista pugliese con un progetto multisensoriale come Metùo (aromi, ultrasuoni e profumi erano alla base dei suoi live-acts!) e con l’audiovisività dei We Love certamente sorprende …ed in questo caso in bene. Il passo successivo è l’entrata come presenza fissa al mitico Tenax di Firenze (negli anni ’80 il palco ha ospitato gente del calibro di Spandau Ballet, New Order, Psychedelic Furs ed i nostri Litfiba tra gli altri), ove lo sviluppo oltremodo delle performance dal vivo fanno assumere a Giorgia Angiuli un ruolo di atipico quanto graditissimo deejay.
Con IN A PINK BUBBLE si viene subito proiettati in un mondo sonoro che per renderne più comprensibile il contenuto, chiameremo elettronica, senza dimenticare però dell’ampia gamma stilistica capace di attingere in maniera moderata da techno, house e da una piacevole vena pop, mescolati secondo un groove personale dove luminosità ed oscurità si alternano, riuscendo spesso a convivere senza confliggere. Una musica nella musica dotata di un’intelligenza autonoma, in cui albeggiano fremiti inquietanti ed i refrain sembrano inesistenti, dando luogo a figure sonore suggestive e piene di pathos. Certo è che i riferimenti ai citati Autechre più essenziali non mancano, così come tra i solchi ( … si possono ancora chiamare così?) è possibile anche scorgervi l’hype dei finlandesi Amnesia Scanner o anche la delicatezza immersiva del berlinese di adozione Sascha Ring, alias Apparat. Preferire perciò, la multiformità di atmosfere di “Nothing to lose” ove i sospirati vocalizzi giocano un ruolo quasi ipnotico, o anche le inclinazioni dancefloor di “The Contact is a cure”, servirebbe più a compiacere un gusto personale anziché favorire il naturale assorbimento della fremente oscurità iperborea di “Copenaghen” e di “Last kiss in Norway”, premiando le singole tracce per l’unicità di linguaggio di cui è orgogliosamente dotato l’intero disco.
Ascoltare IAPB (pubblicato anche in vinile con otto tracce) trasmette quella piacevole sensazione che equivale a come trovarsi in una fiaba di un mondo parallelo in cui non vi pentirete di essere trascinati.
Due parole di presentazione? Giorgia Angiuli è un’artista completa suona tutti gli strumenti in un disco che per semplicità di catalogazione, includiamo nel genere elettronica. Dodici brani che possono affiancarsi a quanto proposto dagli Amnesia Scanner o dai più noti Autachre. Un album che come dice la stessa artista è in grado di trasportatore l’ascoltatore “in una bolla rosa, tra luci e colori, ma anche tra ricordi e nuove esperienze”. Un ascolto che non deluderà chi cerca qualcosa di diverso, in un genere che purtroppo nell’ultimo anno ha proposto raramente novità che possano destare interesse.

Release date: November 23rd, 2018
Etichetta: STIL VOR TALENT
Tracklist:
1. 01 A Perfect Day in Tulum
2. 202 Copenhagen
3. 303 Nothing To Lose
4. 404 Music Is Life
5. 505 The Contact is a Cure
6. 606 I Shall Never Ever Forget You
7. 707 Last Kiss In Norway
8. 808 Inspiration
9. 909 Pink Bubble
10. 1010 Behind the Walls
11. 1111 A Temple Made By Air
12. 1212 Hidden Rain 

About the author

Claudio Carpentieri

Claudio Carpentieri

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi