Cookie Policy

Sound&Vision

Gino Paoli @ Festival della Bellezza

Daniele Marazzani

Quella di Gino Paoli è una canzone eterea, sempre verde ed in grado di emozionare qualsiasi generazione.

Ieri sera si è tenuta la seconda serata del Festival della Bellezza, la rassegna organizzata da Idem, aperta dal concerto di Philip Glass.
Ospite canoro della serata è stato Gino Paoli, cantautore intramontabile ed eccellenza italiana nel panorama musicale italiano. Uno che di “bellezze” ne ha scritte. Dopo il pianoforte di Glass si passa a melodie nostrane conosciutissime e apprezzate da tutti che, al Tempio Romano di Verona, creano un’atmosfera onirica, ancestrale e passionale. Dopotutto si tratta di un autore che con i suoi brani ha segnato la storia della musica pop.
Un concerto con sonorità semplici, melodice, pure e dagli arrangiamenti retrò. Ritmi lenti per gustare hit intramontabili del vasto repertorio di Gino Paoli. Il cantautore genovese si è infatti avvalso di tre fuoriclasse del jazz e del pop: a pianista Rita Marculli, il batterista Alfredo Golino e il contrabbassista Ares Tavolazzi.
Classicismo intramontabile che sono il must della rassegna che si fa promotrice delle melodie pop cantautorali degli artisti italiani anni Sessanta e Settanta. Versi e note semplici che nonostante tutto si fondono e creano una canzone eterea, sempre verde ed in grado di emozionare qualsiasi generazione.

Articolo e Foto di Daniele Marazzani

About the author

Daniele Marazzani

Daniele Marazzani

error: Sorry!! This Content is Protected !!