Sound&Vision

Gemma Ray @ Le Mura

Bruno Pecchioli
Scritto da Bruno Pecchioli

Rimaniamo davvero incantati ad ascoltarla e ci pare più che naturale addentrarci nella atmosfere noir da lei disegnate

Domenica 12 febbraio, la regina del noir londinese Gemma Ray si è esibita A Le Mura di Roma (zona San Lorenzo) presentando al suo pubblico,
in occasione del suo primo tour italiano, numerosi brani di “The Exodus Suite”, album pubblicato a giugno 2016 da Bronze Rat Records.
Exodus Suite è una drammatica odissea di 5o minuti circa, sospesa fra il pop noir e la psichedelia, che affronta temi personali-politico.
A Le Mura, l’artista anglosassone ha ben figurato calcando il palco con il suo inconfondibile stile, fedelmente accompagnata dalla sua personalissima
chitarra e dai suoi due musicisti una delle quali, Gris-de-Lin, aveva in precedenza già aperto le danze suonando alcuni suoi pezzi.
Ascoltandola, rimaniamo davvero incantati e ci pare più che naturale addentrarci nella atmosfere noir da lei disegnate.
A colpirci, è soprattutto la potente capacità vocale nonchè lo spessore dei testi delle sue canzoni che raccontano di esodi, disperazione, ricerca di un qualcosa che prevalichi le disuguaglianze sociali finanche a seppellirle sotto una manciata di note. Il pubblico è coinvolto e gradisce ogni singolo accordo. Ogni singolo brano proposto.
Le note finali ci congedano dal “sogno” con la consapevolezza che, la cantautrice anglosassone, difficilmente confluirà nel flusso più ampio del  mainstream cosa, questa, che però non rappresenta certamente la sua naturale ambizione.
Più che altro, abbiamo semmai interiorizzato appieno la feroce voglia di essere una musicista in grado di entrare in sintonia con tutto e tutti:
l’unicità di Gemma deriva infatti soprattutto dalla sua riservata sensibilità underground e dalla raffinatezza di una poeticità in costante equilibrio
fra l’ elitario e l’universale.
Insomma, ancora una volta, noi di SOund36 abbiamo potuto godere appieno l’ottima musica di scena a Le Mura!

Articolo e Foto di Bruno Pecchioli


About the author

Bruno Pecchioli

Bruno Pecchioli

Bruno "Pek" Pecchioli. Romano per nascita e tradizione.
Fotografo per consapevolezza e necessità.
Viaggiatore periodico.
Ferocemente dipendente da ciò che meraviglia.
E la musica è meraviglia. Sempre. Until the end.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi