Cookie Policy

Recensioni Soundcheck

From The Dust Returned – Homecoming EP

Fortunato Mannino

Un concept che partendo da precise patologie ci trascina nei pensieri contorti di menti malate

I disturbi mentali, per quanto devastanti per chi li vive direttamente e indirettamente, affascinano, quando non ne sono strettamente connessi, il mondo dell’Arte. La Musica non è aliena a questo fascino e personaggi come Pink o Tommy con le loro psicosi e i loro traumi sono divenuti protagonisti di capolavori assoluti e senza tempo. E attorno ad essi una vera e propria galassia di altri personaggi più o meno celebri.
Un
filone lungi dall’esaurirsi, che ci porta oggi a scoprire Homecoming EP d’esodio dei From The Dust Returned. Un concept che partendo da precise patologie ci trascina nei pensieri contorti di menti malate. E lo sguardo vuoto, la sofferenza, il delirio del protagonista del video di Echoes Of Face è forse l’esempio più esemplificativo di questa immane sofferenza. La voce malata che nasce nell’io e che, facendosi spazio, annebbia la regione, facendo precipitare quel che resta nella solitudine dell’indifferenza.
Il primo modo di rappresentare questa
confusione mentale è l’alternarsi, l’intrecciarsi di canto e growl. Le atmosfere sonore, che si snodano lungo un percorso di trenta minuti, sono lugubri tecnicamente, dovrei dire dark ma mi piace pensare, che al di là dell’opera in sé, ci sia un messaggio che ci riporta alla cruda realtà e lugubri mi sembra più appropriato. Atmosfere costruite attorno ad un metal – prog di ottima fattura a cui si alternano anche momenti di apparente serenità resi con sonorità folk; tutto tende a riprodurre l’instabilità.
Un EP interessante che ci lascia intravvedere anche ottime potenzialità per un futuro che, a quanto ci risulta, il gruppo sta già preparando. Ma chi sono i The Dust Returned? È una band romana che si è formata attorno alle figure di Andrea Vagenius, in un primo tempo fuoriuscito e adesso rientrato nella line-up, e Alex De Angelis, tra le figure di spicco anche il tastierista Danilo Petrelli.
Band da seguire con attenzione.

About the author

Fortunato Mannino

Fortunato Mannino

error: Sorry!! This Content is Protected !!