Cookie Policy

Sound&Vision

Francesco Gabbani @ Villa Manin

Giovanni Aiello
Scritto da Giovanni Aiello

E’ una grande festa, colorata di sorrisi e urla di gioia per un artista che forse è stato apprezzato per i motivi sbagliati.

 Villa Manin,  6 Luglio. Ci troviamo in un posto strano, svicolato dalla nostra linea temporale; un posto dove pare di incontrare un parallelismo tra realtà e storia. In una mite sera esitva ci sembra di passeggiare per i giardini della magnifica residenza dell’ultimo Doge di Venezia assieme al Palladio o al Veronese.
L’apparente quiete viene modulata da curiose note musicali, assolutamente complementari allo scenario attorno a noi. Sta per iniziare il concerto di Francesco Gabbani, organizzato da Azalea. E’ una grande festa, colorata di sorrisi e urla di gioia: gli spettatori e i fan creano una meraviglioso corollario di amicizia e passione per la musica di un artista che forse è stato apprezzato per i motivi sbagliati.
Gabbani è noto per aver vinto per ben due volte il Festival di Sanremo, primo ad esserci riuscito. Le canzoni proposte, a nostro parere, furono scelte piuttosto commerciali e anemiche. Dunque capirete la sorpresa (e la rivelazione) dopo l’ascolto del concerto.
Infatti Gabbani è un artista pieno di personalità, gusto armonico e vitalità. E’ nato per stare sopra un palco, sa intrattenere, conosce il segreto dei sorrisi e delle risate; possiede uno straordinario talento vocale. E’ un maieuta della musica, perfetto esempio moderno del metodo socratico applicato al suono. Approfondiamo: possiamo essere scettici nei suoi confronti, dubbiosi, pregiudiziali; altresì ascoltando un suo concerto non si può che cambiare velocemente idea. Egli è un’artista in cui si mischiano decine di influenze diverse, sottili; ad un primo ascolto sommario sembrerebbe essere uno dei tanti cantanti senza talento né volto. Invece nei suoi testi e nelle sue melodie si intrecciano il pop, il blues, il rock e la musica cantautorale; con una meravigliosa sinergia.
Ci ritroviamo perciò, impreparati in mezzo ad un pubblico di affezionati, a ridere, a cantare, a goderci le sue canzoni che si incastano perfettamente in quel morbido diamante ch’è Villa Manin. Gabbani è una delle promesse migliori della musica italiana che davvero produce contenuti per l’anima. Perché, parafrasando Socrate, la musica è il sommo bene.

Articolo e Fotografie di Giovanni Aiello

 

About the author

Giovanni Aiello

Giovanni Aiello

error: Sorry!! This Content is Protected !!