Cookie Policy

A propos de

Focus: Cheap Is Better (III puntata)

Annalisa Nicastro

La nuova Chicago e il boom dei progetti a “budget zero” (III puntata)

La nuova Chicago e il boom dei progetti a “budget zero”

“Le cose migliori della vita sono gratis”. Corrisponde al vero? Bè, si. E a quanto pare quest’inerzia ha le sue manifestazioni anche nell’industria musicale d’oltreoceano, e in una scena in particolare. Chicago, ancora una volta loro. L’orda di ragazzini terribili che dal 2012 ha iniziato ad invadere il mainstream americano con tutta la sua violenza e al contempo fanciullesca creatività continua ad ingrossare le proprie fila, trovando sempre nuovi canali di autopromozione. E a prezzi ragionevoli: anzi, nulli. Perché se i rapper hanno fame di vetrina, anche i beatmaker non scherzano; e la rete è la piattaforma ideale perché le uguali aspirazioni portino all’unione delle forze. La formula del “send beats to…” è ormai un trend su Twitter, e così sia giovani rapper che giovani producer hanno trovato una piattaforma sulla quale aiutarsi reciprocamente, a costi nulli e con profitto assicurato. Dando – e la cosa non è da poco – spesso vita a progetti di indiscutibile caratura. Vecchietti, guardatevi il portafogli e imparate.

Edai, Came From Nothing (Self-Released, 2014)

Figura di maggior peso della crew Team 600, Edai si è ormai ritrovato solo a guidare le fila della sua squadra per via di morti premature e arresti improvvisi. Came From Nothing è il suo ultimo sforzo, e si tratta di un lavoro molto interessante oltre che ben riuscito. Grazie all’abbondanza di beat forniti da CashMoneyAp (un’istituzione nel circuito di free beats a Chicago), Edai si è potuto cimentare sia su sottofondi bellicosi (“War”, “Monster”) che melodici (“Ion Kno What I Did”, “Hoes And Lean”), rendendo tuttavia al massimo delle sue potenzialità nell’introspettiva e tormentata “I Kno”. Con muscoli e armonia dalla sua, Edai potrebbe ben presto trovarsi a preparare un progetto con un budget più che ragionevole.

Came From Nothing

Sicko Mobb, Super Saiyan Vol.1 (Sony/ATV, 2014)

Uscito giusto qualche giorno dopo l’annuncio della loro firma con la Sony/ATV, Super Saiyan Vol.1 è il primo lavoro del duo bop dei Sicko Mobb, divenuti celebri grazie alla hit “Fiesta”. Ambasciatori della nuova vena musicale di Chicago, fatta di ritmi sospinti e di synth colorati ed eterei e per nulla vicina al movimento drill di Keef e compagni, i Sicko Mobb hanno col loro debutto infuso di autotune e inni celebrativi aperto una nuova strada per tanti aspiranti artisti della loro età, grazie a singoli come “Oochiee”, “Remy Rick”, “One Night” e l’irresistibile “In My Maserati” in collaborazione con Lil Durk. Spetterà al sequel decretare se una nuova era musicale è alle porte o se si è solo trattato della classica “meteora”. Si tifa per la prima opzione, ad ogni modo.

Super Saiyan Vol. 1

Patrizio Corda

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!