Sound&Vision

Walter Ricci, Antonio Caps, Elio Coppola – Hammond Trio –feat Fabrizio Bosso

Elio Coppola, Walter Ricci e Antonio Caps – HAMMOND TRIO –feat Fabrizio Bosso

Venerdì 5 febbraio, quarta serata della Rassegna “Jazz e Baccalà”  ideata dal Direttore Artistico Elio Coppola con la collaborazione dell’Associazione Musicology e del Teatro Summarte , che ha confermato il crescendo successo di pubblico e di critica della rassegna stessa visto lo straordinario successo, con ben oltre 500 spettatori  per un annunciato, quanto meritatissimo , sold out al  concerto del Walter Ricci, Antonio Caps ed Elio Coppola Hammond Trio con la partecipazione di una star d ‘eccezione:  Fabrizio Bosso.
Il trio nasce sei anni fa con la voglia di voler creare un sound differente dal classico trio con piano, basso e batteria e i tre musicisti, per quanto presentato ieri sera, ci sono riusciti perfettamente.
Antonio Caps all’organo hammond, è già stato al fianco di musicisti come Flavio Boltro, Maria Pia De Vito, Greg Hutchinson.
Elio Coppola è uno dei batteristi più richiesti in Italia e non solo, è direttore artistico della rassegna “Jazz & Baccalà” e grazie al suo drumming preciso e poderoso ed alla profonda conoscenza dello strumento e della sua storia ha avuto la possibilità di esibirsi in alcuni tra i palchi più prestigiosi al mondo come il Guggenheim Museum o lo Smoke Jazz Club di New York City, il Ronnie Scott Jazz Club di Londra solo per citarne alcuni al fianco di artisti di caratura mondiale come Benny Golson, Joey de Francesco, Peter Bernstein, Dado Moroni.
Walter Ricci, con il suo ritmo musicale, la sua creatività artistica e la sua verve tipicamente napoletana è considerato uno dei nomi della scena jazz del momento. Dopo il fortunato incontro nel 2008 con Stefano Di Battista con il quale si esibì in numerose tournée in Italia e all’estero e l’aver partecipato a numerosi Festival di jazz ed altrettante numerose collaborazioni con artisti di fama nazionale ed  internazionale come per citarne alcuni Micheal Bublè e Mario Biondi, e pochi giorni fa con David Sausazy 5tet a Parigi per uno straordinario omaggio a Sinatra, continua ad esibirsi in diversi progetti, dimostrando di avere la padronanza vocale dei più noti crooners d’oltre Oceano, spaziando abilmente dal jazz al pop.
Fabrizio Bosso non ha bisogno di alcuna presentazione. Trombettista torinese conosciuto non solo in Italia ma in tutto il mondo, ha all’attivo 16 dischi incisi come leader e una serie di innumerevoli partecipazioni e collaborazioni artistiche. Una vera e propria stella del jazz grazie ad un “Sound” personalissimo e irripetibile della sua tromba.
Dagli omaggi agli illustri colleghi del calibro di Miles Davis e Don Cherry o come nel caso dell’ultimo disco prodotto “DUKE” omaggio a Duke Ellington, ai duetti con artisti come nel caso della collaborazione con Sergio Cammariere,  Bosso ha la grande virtu’ di mettere insieme vari stili e generi musicali per trarne un prodotto nuovo ed esternamente interessante.
L’Hammond Trio ha presentato alcuni dei brani che sono tra i più amati e che hanno fatto la storia della musica, spaziando dai grandi classici di Frank Sinatra come “You make me feel so young,” Body and soul” a Nat King Cole “I love you for a sentimental reason” , a brani della tradizione jazzistica per citarne uno su tutti “Night in Tunisia “ di Dizzie Gillespie con uno straordinario Bosso, seguendo con “The start of something big” della grande Ella Fitzgerald, “The Shadow of your smile “ fino ad una splendida versione di “You don’t Know me” e di “Mack the knife” nella quale Walter Ricci ha espresso tutte le sue qualità vocali e il suo ritmo swing oltre che divertente protagonista del palcoscenico.
Il concerto si è concluso con una applauditissima versione di “Isn’t she lovey “di Stevie Wonder con uno scatenatissimo Trio e un straordinario Fabrizio Bosso che ha ricevuto applausi ed ovazioni da tutto il pubblico presente in Teatro.
La rassegna musicale “Jazz e Baccalà” proseguirà al Teatro Summarte il prossimo 27 febbraio con Rosalia de Souza e la sua “Brasilian Night”.

Foto di Annamaria De Crescenzo – Spectra Foto

About the author

Annamaria De Crescenzo

Annamaria De Crescenzo

Amante del ballo praticamente da sempre, la sua vita ludica è cambiata con l'incontro fortuito con una Nikon, ora riempie i vuoti lasciati dal ballo facendo foto e scrivendo recensioni sugli eventi musicali.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi