Recensioni Soundcheck

EDY – Variazioni

Sentito e sincero, l’album merita davvero un ascolto attento

“Fai quello che vuoi”, “Immobile”, “La casa di Barbie”, “Come un flash”, sono alcuni titoli di canzoni dell’album di debutto solista del cantautore e produttore Alessio Edy Grasso, in arte Edy, milanese di nascita ma di stanza a Roma. “Variazioni” (è il titolo del CD), sia detto subito per non lasciare dubbi, è un bel disco. Buon songwriting (le canzoni sono tutte originali e composte da Grasso), buone le atmosfere, la produzione attenta, l’elettronica ridotta al minimo e comunque non invadente.
EDY ci è parso un cantautore di indubbia personalità, le sue canzoni non sono sempre facili, intime si, e non banali e profonde, dettate come sono dalla personale esperienza e dell’ intrinseco sentire del loro autore: le canzoni dedicate a Milano e a Catania, per esempio, affondano nell’esistenziale del cantante, che alla prima delle città è legato anche da motivi d’anagrafe mentre nella seconda è cresciuto; d’altro canto il brano “Se questo è un uomo”, ultima traccia dell’album, si presenta certamente come una scelta emozionale, come un momento di riflessione profonda e di condivisione di un’idea (“Voi che vivete sicuri”, recita il testo, notissimo, di Primo Levi, “nelle vostre tiepide case,/voi che trovate tornando a sera/il cibo caldo e visi amici:/Considerate se questo è un uomo/che lavora nel fango/che non conosce pace/che lotta per mezzo pane/che muore per un si o per un no.”)
Musicalmente parlando, poi, il disco di Grasso si destreggia tra l’acustico e l’elettrico, tra la new wave, il rock, il pop, la canzone d’autore di alto livello. “Variazioni” ci colpisce, ancora, per la sua sobrietà, per i suoi equilibri sonori e strumentali e per l’assenza di sovrastrutture. Sotto questo profilo, anzi, si ha quasi l’impressione che la quasi essenzialità delle diverse songs sia funzionale al desiderio dell’autore di mettere in primo piano i testi delle stesse. Sentito e sincero, l’album merita davvero un ascolto attento.

About the author

Giovanni Graziano Manca

Giovanni Graziano Manca

Pubblicista, poeta, ha collaborato e collabora alla redazione di numerose riviste cartacee e web scrivendo di musica, poesia, letteratura, cinema ed altro. Ha pubblicato alcuni volumi di poesia (In direzione di mete possibili, Lieto Colle, 2014; Voli in Occidente, Eretica, 2016) e uno di racconti brevi (Microcosmos, Sole, 2013). Vive a Cagliari, meravigliosa città del Mediterraneo.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi