Cookie Policy

Sound&Vision

Denise King 4tet @Ammot Cafè

I concerti di Denise King sono un full immersion di sonorità jazz, rithm & blues, soul e gospel

“Denise King canta pop e jazz standard, con tocchi di blues, soul e anche gospel in una voce intrisa di un sofisticato, oscillante, a volte piena di sentimento, stile raso molto simile a uno dei suoi idoli, Sarah Vaughan.” – Donald vero Van Deusen, All About Jazz
Non poteva esserci citazione migliore dedicata alla  cantante americana Denise King, ospite,  sabato 30 gennaio,  della Rassegna “Ammot in Jazz” all’Ammot Cafè di Marina di Varcaturo, che sta riscontrando un importante successo di pubblico e di critica, ospitando nei mesi scorsi  nomi di grandissima importanza nel panorama musicale come Peppe Servillo e I Solis String Quartet , Lorenzo Hengeller e  Joe Barbieri e che continuerà nei prossimi mesi di febbraio e marzo con altrettanto nomi prestigiosi del jazz come  Bosso /Walter Ricci e Rosalia Sousa.
Scoperta da Dexter Wansel, produttore, arrangiatore e regista della Philadelphia International Records, Denise King ha conquistato il grande pubblico con quattro cd di successo e magistrali live-show nei più prestigiosi jazz club, festival e teatri di Philadelphia, Atlantic City e New York. Tra i tanti progetti e collaborazioni con musicisti internazionali come Bobby Durham, Archie Shepp, Mickey Roker, Roy Hargrove, Christian McBride, Orrin Evans, Uri Caine, McCoy Tyner e le grandi star del blues Ruth Brown e Koko Taylor fino alle pop star del calibro di Billy Paul e Céline Dion.
Grandi artisti e importanti collaborazioni che le hanno insegnato l’importanza di avere qualcosa da dire ogni volta che si avvicina al microfono e anche l’importanza di, non cantare solo una canzone, ma raccontare una storia attraverso le parole e la musica e la passione che la contraddistingue.
I suoi concerti infatti sono un full immersion di sonorità jazz, rithm & blues, soul e gospel. La sua voce straordinaria produce un’intensa energia musicale carica di un feeling travolgente e capace di fondere stili diversi in perfetta tradizione afroamericana.
Denise ama lo swing ed ha una forte padronanza del palcoscenico tale da riuscire a coinvolgere il pubblico con la sua carica di energia e di simpatia.
All’Ammot Cafè si presenta con un trio di eccezione: Antonio Claps all’Hammond, Daniele Cordisco alla chitarra, Elio Coppola alla batteria.
Confidando nell’affinità e particolare bravura dei tre musicisti che si conoscono e collaborano ad altri progetti insieme da anni, Danise King ha presentato brani sia del repertorio jazz che blues e Soul,  omaggiando i suoi  miti di sempre con “You don’t Know what Love is” e “God Bless the child “ di Billie Holiday ,  una splendida versione di “My Shinning “ di Ella Fitzgerald, per poi passare  a  “On clean day “ e “Fly to the moon “di Sinatra,  entusiasmando la platea sempre piu’ “innamorata “ della sua voce. Bravissima nel mimare anche alcuni passi di tango con “Besame Mucho”, si scatena poi con ritmi blues cantando alcuni brani di B.B. King come “Blues Song” che hanno divertito e fatto ballare il pubblico. Il concerto si conclude con “Watermelon Man “di Herbie Hancok con infiniti applausi da parte del pubblico entusiasta.
“Artisti non si diventa, si nasce”. Ed è proprio il caso di Denise King.

Testo e  Foto di Annamaria De Crescenzo – Spectra Foto


 

Si ringrazia tutta la Direzione e lo staff dell’Ammot Cafè, in particolar modo il Dott. Luigi Ruggiero, per la gentile accoglienza e il photo/credit accordataci

About the author

Annamaria De Crescenzo

Annamaria De Crescenzo

Amante del ballo praticamente da sempre, la sua vita ludica è cambiata con l'incontro fortuito con una Nikon, ora riempie i vuoti lasciati dal ballo facendo foto e scrivendo recensioni sugli eventi musicali.

error: Sorry!! This Content is Protected !!