Cookie Policy

Sound&Vision

Corpo Quintet @ Rosetum Jazz Festival

Erminio Garotta
Scritto da Erminio Garotta

Mani, Piedi, Cervello, Anima, questo è quello che mette a disposizione il “Corpo” Quintet, originari della Svezia.

Mani, Piedi, Cervello, Anima, questo è quello che mette a disposizione il “Corpo” Quintet, originari della Svezia. La loro “missione” è quella di arrivare alla gente con la musica, non con i virtuosismi dei singoli, ma come una unica entità. “Corpo” non ha significato in Svedese ma è esattamente quello che loro provano a fare durante le loro esibizioni, mettere a disposizione del pubblico la loro musica come unico “corpo”.
Quella del 9 novembre era una platea difficile, non era il “popolo del jazz” che si muove per eventi particolari, ma una platea di persone che approcciano alla musica in modo molto naturale, a volte senza conoscenze, una di quelle platee che se viene annoiata non esita ad andarsene, anche durante l’esibizione. La scelta fatta dal Rosetum Jazz Festival è stata forte ma azzeccata.la musica del “Corpo” ha incollato tutti alle sedie. Un jazz fruibilissimo, con incursioni nella credenza popolare con una “storia” che molto a nord viene raccontata per lasciare fuori il malvagio, una chicca classica, un preludio di Chopin con un pizzico di Bach e qualche variazione, sonorità latine arricchite da una batteria di percussioni che non ci si aspetta.
Il Rosetum Jazz Festival prosegue con altri appuntamenti, vi invitiamo a seguirlo sui social Media per restare aggiornati!
Grazie al Rosetum Jazz Festival, all’ufficio stampa nella persona di Carolina e al CORPO Quintet

 

About the author

Erminio Garotta

Erminio Garotta

error: Sorry!! This Content is Protected !!