Sound&Vision

Cordoba Reunion @ JAZZaltro Musica dal Mondo

Erminio Garotta
Scritto da Erminio Garotta

Un progetto musicale che esalta la tradizione e la cultura argentina, che ci fa sentire tutto il calore, la passione, a volte anche il dolore di una terra ricca
di tradizioni musicali.

Il regalo che questa sera JAZZaltro Musica dal mondo ci ha fatto questa sera è stato doppio.
Il primo regalo ce lo ha fatto facendo esibire un quartetto di artisti argentini, i migliori, in una cornice (il secondo regalo), spettacolare.
La sala degli arazzi (di Missoni ndr.) al museo d’arte di Gallarate MA*GA, è già uno spettacolo per gli occhi, aggiungete un quartetto di musicisti argentini, Cordoba reunion, e avrete una serata da sold out! Così è stato.
Un progetto musicale che esalta la tradizione e la cultura argentina, che ci fa sentire tutto il calore, la passione, a volte anche il dolore di una terra ricca
di tradizioni musicali.
Carlos Buschini (“el tero”) al contrabbasso che ha dalla sua una lunga serie di collaborazioni con musicisti internazionali, divide con passione la sezione ritmica insieme a Minino Garay batterista e percussionista, il più energico di Parigi, racconta la stampa del luogo (possiamo confermarlo!) con un curriculum di collaborazioni prestigiose tra cui citiamo Dee Dee Bridgewater.
A loro si aggiungono Gerardo di Giusto, pianista ed arrangiatore finissimo, e Javier Girotto, e prendiamo in prestito dalla presentazione di Jazzaltro, “uno dei più affermati al mondo”
La “voce” a volte struggente a volte fiera del sax di Girotto incanta, esalta e lascia una linea melodica nelle orecchie di chi ascolta profonda e insostituibile.
Il quartetto ci ha deliziato con pezzi a volte riconoscibili come milonghe o samba (argentina ndr.), a volte, per noi poveri di cultura musicale argentina, con pezzi che devono essere ascoltati con attenzione. Una musica che a volte ha melodie che si ripetono e a volte risulta di difficile ascolto per chi non ha dimestichezza con le sonorità Argentine.
Un quartetto ormai affiatato e ben equilibrato dove il sax di Girotto “racconta” le storie della loro terra.
Doverosi i ringraziamenti a JAZZaltro, Abeat records, Mario Caccia direttore artistico di JAZZaltro, il museo d’arte di Gallarate.
Doveroso annotare che l’evento, in collaborazione con l’Assessorato alla cultura di Gallarate, era gratuito.

Articolo e Fotografie di Erminio Garotta

About the author

Erminio Garotta

Erminio Garotta

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi