Arti e Spettacolo Sound&Vision

Comare Morte @ Teatro Caverna

Gigi Fratus
Scritto da Gigi Fratus

Gli attori incantano e coinvolgono il pubblico che riempie il piccolo teatro e che rimane incollato alle sedie, attento e partecipe, fino all’ultima scena

Il 10 settembre è andato in scena “Comare Morte” adattamento della fiaba n. 44 dei Fratelli Jacob e Wilhelm Grimm. Raccolta e trascritta dalla tradizione orale germanica la fiaba narra la storia di un padre di dodici figli che per poterli sfamare doveva lavorare giorno e notte. Alla nascita del tredicesimo figlio non sapendo come poter nutrire il nuovo arrivato il padre esce alla ricerca di un padrino che se ne prenda cura. Incontra prima Dio e di seguito il Diavolo, che si offrono di farsi carico del figliolo, ma egli rifiuta i loro servigi poiché non li ritiene adatti. Si palesa quindi Comare Morte e, ad ella, il padre decide di affidare le sorti dell’ultimo nato, giudicando la Morte come equa, senza distinzioni tra povero e ricco. Per la Morte siamo tutti uguali! Ella promette in cambio fama e ricchezza ad una sola condizione, il figlioccio non dovrà mai ingannarla. L’infante cresce e divenuto adulto diviene medico. Il più famoso e ricercato. E…
Per scoprire come si svolge la fiaba ed il finale della stessa il consiglio è di andare a spulciare in biblioteca il testo dei fratelli Grimm o, meglio ancora, andare a teatro alla prossima rappresentazione del teatro caverna.
Lo spettacolo inizia con una luce fioca che isola due figure piangenti, sole, che fanno da preludio alla fiaba. Il singhiozzare delle donne parrebbe indicare le vanità di questo mondo.
Il palco viene poi animato dai personaggi, molto ben interpretati, che piroettano e saltano spaziando qua e là, rallegrando l’atmosfera ed esibendosi in grottesche visite ai malati di turno. Fino a quando Comare Morte non si palesi. A qual punto la scena cambia, il tempo si fa greve ed il giudizio lieve o pesante a seconda di quanto da Lei deciso. Gli attori incantano e coinvolgono il pubblico che riempie il piccolo teatro e che rimane incollato alle sedie, attento e partecipe, fino all’ultima scena…
La rappresentazione messa in scena con maestria e grande passione colpisce nel segno, alla fine la sala gremita riserva agli interpreti quattro minuti di applausi, peraltro meritatissimi!
Un buon debutto quindi per questa nuova avventura del Teatro Caverna e dell’omonima Compagnia. Siamo certi che i Cavernicoli riempiranno le nostre serate con proposte di qualità anche per i mesi a venire.
Articolo e Fotografie di Gigi Fratus

Comare Morte
Libero adattamento dell’omonima fiaba dei Fratelli Grimm.
Atto unico – 45′

Regia: Damiano Grasselli
Cast
Narratrice: Velia De Nicola
Vermi: Helio Gomes, Matteo Lupi
Capo dei vermi: Pau Salmeron
Dio – re: Nicolò Pandiscia
Diavolo – principessa: Luca Ravelli
Morte: Viviana Magoni

About the author

Gigi Fratus

Gigi Fratus

Nato a Seriate (Bg) nel 1969, due grandi Amori, mio figlio Mattia e la mia Morgana, un’Aprilia RSV del 2003.

error: Sorry!! This Content is Protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Con questo sito acconsenti all’uso dei cookie, necessari per una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su https://www.sound36.com/cookie-policy/

Chiudi