Cookie Policy

Interviste

Cli, Intervista

Annalisa Nicastro

“Tacco-Punta” per me è un inno ai piccoli passi, ai nuovi inizi che segnano nuovi percorsi, alla vita che quotidianamente ci sorprende

E’ uscito da poco il nuovo singolo Tacco punta”della cantautrice Cli che vede la partecipazione della ballerina Simona Atzori come protagonista del suo ultimo video. L’abbiamo incontrata in questa occasione per farci raccontare qualcosa di più di lei e della sua musica.

Ciao Cli, benvenuta sulle nostre pagine. Il 9 marzo è uscito il tuo singolo “Tacco Punta”. Di cosa ci parli in questo pezzo? 
Ciao! Sono legatissima a questo brano perché nasce da un’esperienza per me molto forte: qualche tempo fa mi sono rotta un ginocchio ed ho dovuto letteralmente re-imparare a camminare. Il mio fisioterapista mi ripeteva sempre “tacco-punta, tacco-punta” e ricordo come fosse adesso l’emozione incredibile e la gioia dei primi passi senza stampelle.
“Tacco-Punta” per me è un inno ai piccoli passi, a quelli meno visibili esteriormente ma proprio per questo più importanti, ai nuovi inizi che segnano nuovi percorsi, alla vita che quotidianamente ci sorprende, alle nuove avventure nelle quali ci buttiamo nonostante i nostri limiti o le nostre paure, allo slancio che troviamo dentro anche quando pensiamo di non avere la forza per farcela, a quei momenti nei quali anche “mezza bocca basta per sorridere”.

Hai realizzato un video, che vede protagonista la tua musica insieme alla splendida Simona Atzori. Come è nato questo incontro? E come ti sei trovata a collaborare con lei?
La collaborazione con Simona è nata da uno di quei tanti incontri meravigliosi che non mi sarei mai aspettata. Avevo da poco finito The Voice ed ero ospite di un festival, la serata prevedeva lo spettacolo di Simona. Sentendola parlare della sua esperienza e del suo secondo libro (“Dopo di te”) nella testa avevo, quasi come una colonna sonora alle sue parole, “ Tacco- Punta”.
Era stato un momento così forte che dopo un po’ di tempo ho deciso di farle sentire il pezzo e lei mi racconta che stava scrivendo un nuovo libro “La strada nuova” (uscito l’8 marzo 2018, Edizioni Giunti) che aveva moltissimi punti in comune con “Tacco-Punta”…è stato naturale, visto anche la persona straordinaria che è Simona, chiederle di essere protagonista del mio video.

Sei tra i fondatori di GRACEGroup, ci parli di questo progetto?
GRACEGroup è un progetto nato  da un gruppo di amici con cui condivido la passione e la professione della musica. Dal 2008 portiamo avanti questo progetto educativo musicale per bimbi orfani ed abbandonati di alcune onlus del sud est dell’India, una realtà che presenta problematiche molto grosse. Musicalmente e umanamente questa esperienza mi ha dato e dà tantissimo: il senso di….tutto, anche del mio fare musica.

Hai partecipato a “The Voice of Italy”, che esperienza è stata?
Quella di The Voice per me è stata una tappa di un percorso nella musica e con la musica che era già la mia professione. Per me poi musica è CONDIVISIONE e NON competizione quindi, anche se ero in una gara televisiva, ho vissuto tutto in modo molto sereno(mi sono divertita un sacco!), costruendo anche delle belle amicizie. Inoltre fare questo talent mi ha permesso di arrivare ad un pubblico più vasto che ora mi continua a seguire nel mio percorso musicale. E’ una cosa di cui sono molto felice!

Che cosa è la musica per te?
Vita!

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!