Cookie Policy

Pop Corn

Bruce Springsteen. Welcome To Asbury Park

Annalisa Nicastro

Diciamo subito che Welcome To Asbury Park non è né un’autobiografia né un libro su Bruce Springsteen, piuttosto un omaggio, una testimonianza dei suoi luoghi e dei riferimenti citati nelle sue canzoni. Stefano Pecoraio, autore del libro edito da Aliberti, parte da questo presupposto per descriverci tutti gli edifici storici di Asbury Park, anche quelli non legati direttamente al Boss per condividere con i suoi lettori la ricchezza musicale che ha fatto di questa cittadina, nell’area metropolitana di New York, una vera e propria Mecca per i fan della musica di tutto il mondo.
Le canzoni e le storie che Bruce canta sono piene della quotidianità della sua America, rivolte soprattutto alle difficoltà che dilagavano in quel momento che andavano ad esempio dalla disoccupazione ai problemi economici. Proprio per la sua naturalezza alla quotidianità Bruce Springsteen è stato capace di rendere mitico un luogo come quello, tanto da sentire che ovunque nel mondo c’è un New Jersey.
E’ riuscito anche a rendere immortali alcuni posti di Asbury Park, la sua adottata Home Town, anche se molti di questi hanno perso la gloria del passato e oggi sono chiusi e versano in uno stato di abbandono. Lo Stone Pony, il Boardwalk, il Wonder Bar (con il suo bancone più lungo del mondo), Madame Marie, il Paramount Theatre, L’Upstage (il luogo che vide la nascita musicale di Bruce), la Convention Hall, tutto ha il sapore di Asbury, tutto risuona familiare a questi luoghi dalle foto delle copertine dei suoi album, ai video musicali fino alle prove generali dei tour.
Il libro contiene anche un’interessante intervista a Vini Lopez, componente della E Street Band, la band storica di Bruce Springsteen che racconta aneddoti e curiosità su di lui dalle feste alla sua passione smisurata per la musica e anche per il surf, svelando anche la storia che c’è dietro il berretto nella foto di copertina di Born In The USA.
Il viaggio dell’autore si sposta anche nei dintorni di Asbury fino ad arrivare a Freehold, la città natale di Springsteen, svelandoci anche qui i luoghi più amati dal Boss e dove ogni tanto capita di vederlo mangiare un hot dog e bere una birra, come sempre.

Annalisa Nicastro (23.5.’10)

Bruce Springsteen. Welcome To Asbury Park
Stefano Pecoraio
Aliberti Editore

pp.213, euro 17,00

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!