Cookie Policy

Recensioni

Adrenaline Mob – Omertà

Annalisa Nicastro

è un album da mettere in macchina a volume altissimo o in casa mentre si fa altro perché è li che “scorre” e si fa dannatamente ascoltare.

Da un gruppo cosi, uno dei tanti super gruppi che si formano, ma composto da nomi come Mike Portnoy, ex Dream Theater, Russell Allen, voce dei Symphony X, Mike Orlando e altri membri che si sono alternati sia nella registrazione dell’album che live sul palco, ci si aspettava un qualcosa di importante e che segnasse un punto, che mettesse un marchio dato da grandi artisti quali sono.
E’ stato cosi ? vediamo … la sequenza di partenza è degna di un capolavoro metal, UndauntedPsychosane e Indifferent hanno quella carica giusta, chitarre potentissime, grande sezione ritmica e grandissima voce di Russell Allen. Portnoy lascia il suo drumming metal Progressive per dedicarsi ad un semplice ma durissimo, potentissimo drumming in perfetta sintonia con il basso. La voce di Allen è potentissima tanto da far venire in mente i grandi come Ronnie James Dio, Ozzy Osbourne.
L’album procede con brani come All on the Line, brano leggero ma con una buona melodia ma si riprende subito con un brano spettacolare come Hit The Wall dove la potenza di Portnoy e la voce di Allen di nuovo “spaccano” con grande velocità e intensità. Di nuovo si ritorna a melodie più leggere come Feeling me e la cover dei Duran Duran Come Undone dove la voce di Lzzy hale impreziosisce il brano. Da notare che è una buona esibizione di un brano di una band come i Duran Duran non proprio ben voluta dal popolo metal.
Quello che si percepisce nell’ascolto dell’album, ma specialmente nei loro Live,non è stato il creare qualcosa di epico e storico ma solo di divertirsi tra loro con la musica che è nel loro sangue. Quindi solo Rock magari con qualche cover, da notare la loro predilezione per i brani dei Black Sabbath e Rainbow, e specialmente grande rapporto con il pubblico durante i concerti.
Artisti che sono abituati a dare tutto sul palco, a rendere contenti i loro fans. E’ questo il risultato dell’ascolto, non è sicuramente il capolavoro che ci aspettavamo ma è un album da mettere in macchina a volume altissimo o in casa mentre si fa altro perché è li che “scorre” e si fa dannatamente ascoltare. Se li avete in concerto nella vostra città o nelle vicinanze o in posti raggiungibili, andate non ve ne pentirete due ore di sano e sudato Rock !

About the author

Annalisa Nicastro

Annalisa Nicastro

Mi riconosco molto nella definizione di “anarchica disciplinata” che qualcuno mi ha suggerito, un’anarchica disciplinata che crede nel valore delle parole. Credo, sempre e ancora, che un pezzetto di carta possa creare effettivamente un (nuovo) Mondo. Tra le esperienze lavorative che porterò sempre con me ci sono il mio lavoro di corrispondente per l’ANSA di Berlino e le mie collaborazioni con Leggere: Tutti e Ulisse di Alitalia.
Mi piacciono le piccole cose e le persone che fanno queste piccole cose con amore e passione

error: Sorry!! This Content is Protected !!